Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Optimist d’Argento, Matteo Mulone secondo tra i portacolori della Prima Zona

Genova. Si è svolta a Torbole, sul lago di Garda, la 42ª edizione dell’Optimist d’Argento. Nelle giornate del 16, 17 e 18 giugno si sono ritrovati oltre 200 timonieri, tra Cadetti e Juniores, per regatare sulle acque dell’alto Garda, provenienti da varie zone e anche da oltre confine.

Il tempo, incerto e variabile, non ha consentito un regolare svolgimento delle nove prove in programma, come invece è d’abitudine aspettarsi in queste località, considerate il “paradiso” dei velisti!

Nella prima giornata (una delle rare senza vento!), dopo un’estenuante attesa in acqua, si è svolta la prima prova per gli Juniores, seguiti dai Cadetti che però, neanche raggiunta la boa di bolina, hanno visto sciamare, per il poco vento in calo, l’unica possibilità della giornata.

Il venerdì, invece, paradossalmente la ventilazione superava abbondantemente l’intensità dei 20 nodi, sfiorando punte di 30 e costringendo ovviamente i Cadetti a fare da spettatori ai compagni più grandi, che hanno affrontato tre prove veramente impegnative.

L’ultima giornata, tutti in acqua: la ventilazione costante anche se non generosa, ha consentito lo svolgimento delle tre prove programmate.

Anche in questa occasione, buone le presenze dei ragazzi liguri, che hanno raggiunto Torbole da Genova (CN Ilva, CV Vernazzolesi) e dal Savonese (Varazze Club Nautico, LNI Albisola). Nonostante il buon livello competitivo dei “padroni di casa”, nonché di sloveni, francesi e cechi, sono emersi buoni risultati, soprattutto per i Cadetti.

Primo zonale tra tutti, Gabriele Venturino (Varazze Club Nautico) con 5-3-14, seguito da Matteo Mulone (CN Ilva) con 13-3-11); i due cadetti hanno ottenuto rispettivamente il settimo e ottavo posto assoluto, lasciandosi alle spalle, quanto meno, tutta la flotta della Fraglia Vela Malcesine. I due liguri sono stati premiati anche come terzo e quarto maschile con un bel trofeo.

Anche Corrado Cicconetti (CV Vernazzolesi 16-20-22) ha dimostrato talento, posizionandosi al 25° posto. Un “bravo”, va esteso anche agli altri timonieri, circa una decina, che hanno contribuito a rendere protagonista la Prima Zona.