Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mameli Savate: dopo l’Italia, si prepara all’assalto mondiale foto

Stagione quasi perfetta per i genovesi che si prendono 5 ori e un argento ai campionati nazionali di Rimini. Ora puntano su Corinto, per i mondiali, dove possono ritagliarsi un ruolo da protagonisti

A Genova c’è una grande realtà dello sport: l’Asd Mameli Savate Boxing Club. In un’epoca in cui gli sport da combattimento sono in ripresa, dopo un periodo di appannamento della cara vecchia boxe, il savate porta lustro alla Liguri con un centro di vera eccellenza.

La Mameli infatti, che non è certo una scuola di primo pelo, visto che nasce nel 1908, ha fatto già una scorpacciata di medaglie importanti nei primi sei mesi del 2016. Dopo essersi presi tre medaglie d’argento nei mondiali dell’ottobre scorso in Francia grazie a Serena Burgio, Giuseppe Mongiardino nella categoria combat senior e a Mirco Cilia in quella assalti junior, una medaglia di bronzo di Veronica Parisi (sempre categoria combat), la quale ha poi trionato a “La nuit de la boxe” del 7 maggio scorso, la primavera ha portato grandi soddisfazioni alla Mameli.

Ad aprile il primo squillo, con ben sei ori ai campionati italiani, specialità combat, di Chiuduno (Bergamo) frutto delle vittorie di Giuseppe Mongiardino, Serena Burgio, Veronica Parisi, Elisa Barbini, Salman Taharian e Valerio Bertolini, mentre i giovani Mirco Cilia e Virginia Campolucci si aggiudicavano il torneo juniores di assalto.

Dopo il campionato di combat, è arrivato, lo scorso fine settimana il momento dell’assalto, inteso sia come categoria che come attitudine dei portacolori della storica società genovese. A Rimini, per quattro giorni sono saliti sul ring i migliori atleti italiani, definizione che si sovrappone sempre più ai nomi dei boxeur della Mameli. Laura Terzo è infatti diventata campionessa F65 senior, così come Mirco Cilia è oro nella M65 junior. Ma non solo. Infatti sono cinque gli ori totali alla fine della rassegna romagnola che eleggeva i migliori atleti d’Italia

Oltre ai due atleti già detti, a trionfare sono stati anche Vittorio Cardarelli nella M70 junior, Virginia Campolucci nella F52 junior e Salman Taherian nella M80 senior. Luca Arbocco si è dovuto “accontentare” dell’argento nell’M80 junior. In sostanza è un trionfo, che replica quanto visto in Lombardia poco più di due mesi fa e conferma la Mameli Savate Boxing Club come palestra di vertice nel movimento di questa disciplina in Italia.

Lungi dall’essersi concluse, le fatiche degli atleti genovesi sono appena iniziate, visto che questa settimana iniziano i mondiali di Corinto, nei quali la Mameli può e deve recitare una parte da protagonista.