Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavori a Nervi cancellano i treni, rivolta a Rapallo: “Proprio per le Feste di Luglio”

Sabato e domenica treni cancellati o a percorso ridotto: si attendono pesanti disagi

Più informazioni su

Le Feste di Luglio in onore di Nostra Signora di Montallegro sono una tradizione a Rapallo. Ma non solo: tra spettacoli pirotecnici e processioni sono anche un appuntamento che richiama migliaia e migliaia di persone. Un toccasana per il turismo e l’economia, insomma. Quest’anno rischia di andare in maniera decisamente diversa a causa di Rete Ferroviaria Italiana.

Rfi, infatti, ha programmato proprio per il 2 e il 3 luglio, sabato e domenica, importanti lavori alla stazione di Genova Nervi: verranno sostituiti gli scambi e la circolazione avverrà su un unico binario tra Quarto e Recco. Disagi in vista, anche perché verranno cancellati numerosi treni, in parte o completamente (il 34795 Genova-Sestri Levante, 34484 Recco-Genova e il 24536 La Spezia-Genova nella giornata di sabato e, nella giornata di domenica, il 34812 Sestri Levante-Genova e il 24536 La Spezia-Genova), mentre alcuni regionali veloci La Spezia – Genova faranno capolinea nella stazione di Santa Margherita. Gli Intercity e Frecciabianca in transito, unici garantiti, allungheranno invece i tempi di viaggio tra i 5 e i 20 minuti.

Una situazione certo non facile, che ha scatenato le ire del Sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco: “Una decisione decisamente fuori dai binari, per usare una metafora a tema. Che lascia basiti, perché non tiene assolutamente conto delle pesanti ripercussioni che il flusso turistico subirà nel fine settimana, quanto moltissime persone usufruiscono dei treni per raggiungere le località balneari. Rapallo, in questo senso, è doppiamente penalizzata: nei giorni 2 e il 3 saranno infatti in corso le Feste di Luglio, evento più importante per la città che rappresenta anche un forte richiamo turistico. Mi unisco quindi alle rimostranze che già si sono sollevate nei confronti di chi ha intrapreso questa scelta, sperando che nel frattempo il buonsenso prevalga e si possano evitare gli altrimenti scontati disagi”.