Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Sagra del Nostralino di Ranzi si trasferisce a Genova per 4 giorni

Più informazioni su

Genova. La Sagra del Nostralino di Ranzi – Pietra Ligure, una delle feste gastronomiche più antiche e rinomate della Riviera, si trasferisce per 4 serate a Genova, dal 27 al 30 Giugno, presso i suggestivi spazi di Eataly nel Porto Antico.

I cuochi dell’Associazione Circolo Giovane Ranzi sono infatti chiamati a chiudere il calendario di Eataly in Sagra, ambizioso progetto che per due mesi ha visto alternarsi, nel Ristorantino delle Verdure, le principali feste popolari della Liguria.

Verranno proposte, con l’aggiunta di qualche gustosa variante, alcune delle specialità che fin dal dopoguerra ogni estate, dal 10 al 14 agosto, richiamano nel primo entroterra di Pietra Ligure migliaia di turisti e residenti: Ravioli Fritti e Fiori di Zucca Ripieni come antipasto, il mitico Zemin di Ceci e il Brandacujun di Baccalà come portate principali.

“Siamo orgogliosi di essere stati selezionati e felici di uscire dai nostri confini abituali per promuovere la nostra Sagra e il nostro territorio in uno dei poli delle eccellenze enogastronomiche italiane” spiegano i rappresentanti del Circolo Giovane Ranzi. “Avremo inoltre l’occasione di presentare in anteprima la novità del 2016: quest’anno infatti abbiamo deciso di produrre autonomamente il vino che da il nome alla nostra Sagra, il Nostralino, acquistando le uve direttamente da produttori locali e facendole vinificare da una prestigiosa cantina. Lo abbiamo chiamato 1919, anno di fondazione della nostra Associazione, ed è un rosso prodotto, come da antica tradizione contadina, senza l’aggiunta di solfiti. Si tratta di un passaggio importante e fondamentale per la nostra manifestazione che ci permette di identificarla con un prodotto unico, genuino e di qualità”.

Il Nostralino è un classico “vino di casa” prodotto tradizionalmente a fine vendemmia con gli avanzi delle diverse uve (quest’anno sono stati utilizzati Vermentino, Rossese e Granaccia) e capace di interpretare al meglio lo spirito di Ranzi, un piccolo paese da sempre in equilibrio tra il mare e la montagna, tra la forza del passato e la vivacità del presente, tra l’esigenza di salvaguardare le proprie tradizioni e l’emozione di tramandarle.

“Ci teniamo a ringraziare Eataly Genova e lo staff di Feste e Sagre – Liguria, per l’invito e per la sensibilità dimostrata nei confronti di associazioni come la nostra che si impegnano, tra le altre cose, per la valorizzazione della gastronomia tradizionale locale” concludono i rappresentanti del Circolo Giovane Ranzi.