Cogoleto

Incidente di canyoning nel rio Lerca: muore Chiara La Chiesa

Si è spenta questa mattina al San Martino dopo quasi 24 ore di agonia

PIC 1349

E’ durata un giorno la terribile agonia di Chiara La Chiesa, la psicologa genovese di 33 anni, rimasta imprigionata ieri sotto l’acqua del torrente Lerca, alle spalle di Cogoleto. La donna è morta questa mattina nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Martino dove era ricoverata in condizioni disperate.

La vittima si stava dedicando al canyoning, o torrentismo, una disciplina estrema che si pratica discendendo corsi d’acqua con caschi e muta, senza imbarcazioni e con il solo ausilio di corde ed imbragature.

La donna, che da circa due anni viveva a Borgio Verezzi, era stata subito soccorsa dagli amici e poi recuperata da una eliambulanza dai vigili del fuoco: non respirava più, ma le pratiche di rianimazione erano riuscite a far ripartire il suo cuore.

leggi anche
Elisoccorso recupero
Intervento difficile
Cade nel Rio Lerca mentre fa canyoning: gravissima giovane donna
ambulanza
Volo
Moneglia, cade dalla scala: in elisoccorso al San Martino
moneglia
Tragedia
Moneglia, turista 35enne muore in mare