I "comunisti" cantando bella ciao "assaltano" la Camusso - Genova 24
Genova

I “comunisti” cantando bella ciao “assaltano” la Camusso

Genova. Avevano deciso di ricordare i fatti del 30 giugno 1960 con canti partigiani e bandiere in piazza De Ferrari, ma quando hanno scoperto che, a pochi gradini di distanza, a Palazzo Ducale, c’era il segretario della Cgil, Susanna Camusso hanno deciso, complice qualche bicchiere di rosso, di fare un’improvvisata.

E così, al canto di Bella Ciao, sono saliti nel salone del maggior consiglio dove oltre al segretario generale c’erano il sindaco, Marco Doria e i rappresentanti locali della Cgil e hanno dato vita a una breve contestazione.

Nulla più che qualche “parola grossa” volata nella sala e poi i contestatori hanno fatto ritorno in piazza

leggi anche
Primi commenti
Ilva, ufficializzate tre offerte. Camusso: “Resta la preoccupazione per livelli occupazionali”