Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dal medio ponente a Genova 2017: una ‘formula’ per tracciare il programma del centro sinistra

Appuntamento il 29 giugno al Carmine. Ci sarà anche Luca Borzani. Spatola: "Il sogno? Una grande lista civica"

Genova. Lavoro, ambiente, benessere, chiarezza delle regole e cultura. In formula: “L’Abc2″. A inventarla, non tanto come formula ma come spazio entro cui tracciare il programma del centro sinistra per le prossime amministrative è Alberto Spatola, consigliere del municipio medio ponente (figlio del presidente Giuseppe) insieme a un gruppo di colleghi amministratori. “Quello di immaginare dopo le elezioni una nuova maggioranza di centro sinistra non è un problema che abbiamo solo a Ponente – racconta Spatola – ma riguarda tutta la città. Per questo abbiamo deciso di partire dall’analisi di ciò che è stato fatto e di ciò che c’è da fare su questi grandi temi”.

L’appuntamento pubblico è per mercoledì 29 giugno al mercato del Carmine. A confrontarsi ci saranno gli amministratori che su queste questioni lavorano. “E’ l’inizio di un percorso di confronto anche con i partiti ma che vuole partire dal basso, dai municipi e dalla società civile” spiega il consigliere. Non a caso per parlare di cultura e di come la cultura sia un motore di sviluppo per la città ci sarà Luca Borzani, per parlare di Ambiente il consigliere delegato della città metropolitana Enrico Pignone, mentre il segretario della Camera del Lavoro Ivano Bosco e l’assessore del Comune di Genova Emanuele Piazza parleranno di Lavoro. Ci sarà Marco Montoli dell’associazione il Cesto a parlare di benessere e i presidenti dei municipio Centro Est, Valpolcevera e Medio ponente ad affrontare il nodo della chiarezza delle regole.

L’Abc2 come laboratorio quindi, un po’ come si proponeva, dopo le regionali, Rete a sinistra: “Io di quell’esperienza dopo aver lasciato il Pd ne ho fatto parte – dice Spatola – partecipando al tavolo sul decentramento, poi il progetto è cambiato assumendo una connotazione più di rappresentanza politica che di amalgama delle diverse realtà. Loro hanno oggi ambizioni politiche a livello nazionale che però al momento non ha trovato risposte nell’elettorato. Non critico il loro lavoro, ma ognuno fa il suo”.

Tra le personalità invitate non c’è il sindaco Marco Doria: “E’ una scelta precisa – spiega Spatola – perché visto che il nodo non è ancora stato sciolto non vogliamo certo essere noi a togliere le castagne dal fuoco ai partiti rispetto al Doria sì, Doria no”.

L’obiettivo finale di L’Abc2? “Quello di un grande centro sinistra che non sia però una sommatoria di partiti” e lo strumento potrebbe essere “un grande lista civica che raccolga amministratori e figure della società civile anche i partiti possono partecipare ma i nomi non dovranno essere scelti dalle segretarie. E’ un grande sogno, vedremo, ma intanto partiamo dal programma che cominceremo ad elaborare dopo l’incontro del 29. A settembre lo porteremo nelle piazze con iniziative puntuali per coinvolgere i cittadini”.