Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cade nel Rio Lerca mentre fa canyoning: gravissima giovane donna

L'intervento sulle alture di Cogoleto, tra Lerca e Sciarborasca, reso difficile per la scarsa visibilità, è durato un'ora e mezza: la donna era in arresto cardiaco

Più informazioni su

Cogoleto. Agg. 20.31 Al contrario di quanto scritto in precedenza, è arrivata la smentita: Chiara La Chiesa, 33 anni di Borgio Verezzi, la giovane donna di 33 anni dispersa e poi recuperata questo pomeriggio nel rio Lerca sulle alture di Cogoleto dove stava facendo canyoning non è morta, ma si trova ricoverata in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione del San Martino di Genova.

 

Un intervento difficile che ha impegnato per quasi due ore il personale del 118, i vigili del fuoco e i sommozzatori dei carabinieri per salvare la vita di una giovane donna di 33 anni caduta nel rio Lerca mentre faceva canyoning nella zona tra Lerca e Sciarborasca.

La difficoltà più grande è stata proprio ritrovare la donna. L’elisoccorso, a causa della scarsa visibilità, ha dovuto sorvolare per molto tempo sopra la zona, dove una chiamata, giunta alle 13, aveva segnalato la 33enne dispersa.

Dopo un’ora e mezza le ricerche hanno dato esito positivo: la 33enne però era in arresto cardiaco. E’ stata trasportata d’urgenza in elisoccorso al San Martino dove è tuttora ricoverata in rianimazione. Al momento non si conoscono le sue generalità.