Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Brexit, Toti: “Serve riflessione per non ipotecare futuro Ue”, Rixi: “Britannici popolo libero”

Genova. Anche la politica genovese, come il mondo intero, sta commentando in queste ore i risultati del referendum che ha portato l’Inghilterra fuori dall’Unione Europea.

Se l’assessore leghista Edoardo Rixi plaude con Salvini ai “Britannici popolo libero”, il resto delle forze politiche elabora riflessioni più cupe. “E’ una giornata certamente storica e molto preoccupante – commenta il governatore Giovanni Toti – La decisione dei Britannici di lasciare l’Europa è il frutto di molti errori fatti Bruxelles, errori che hanno molti padri. Una scelta in ogni caso di democrazia. Ora occorrono riflessioni e cambiamenti seri per non ipotecare definitivamente il futuro dell’Unione europea. Serve meno spocchia di istituzioni e politici europei e più ascolto della gente”.

Per il segretario del Pd genovese Alessandro Terrile è “una giornata triste. Oggi però non muore l’Europa. Mi auguro che sia morta quell’Europa a trazione tedesca tutta concentrata su austerità e vincoli di bilancio. Mi auguro che i governi europei capiscano che è il momento di un’Europa a due velocità. Chi ci sta vada avanti. Solo più integrazione tra gli stati membri, solo un’Europa più politica farà rinascere l’Europa”.

Anche il parlamentare Tullo è convinto che sia il momento di “cambiare politica” in Europa. Condorde per una volta il renziano Simone Regazzoni: “Non essere riusciti a dar vita a una vera Europa politica ci ha portato qui, a un passo dalla dissoluzione” scrive. Per il m5s Alice Salvatore conia sulla sua pagina addirittura un neologismo: “E ora Renxit”