Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Botte e violenze sessuali nei confronti della ex: 28enne rinchiuso nel carcere di Pontedecimo

Genova. Si era trasferito in casa dei genitori a Savona, ma è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri della Sezione Catturandi del Nucleo Investigativo di Genova, dovendo scontare una pena di 7 anni, 8 mesi e 5 giorni di reclusione per una condanna per violenza sessuale, lesioni, atti persecutori e danneggiamento nei confronti della sua ex fidanzata, commessi a Savona nei mesi di aprile e maggio del 2012.

Il 28enne, con qualche piccolo precedente per spaccio di sostanze stupefacenti, era già finito in carcere per gli stessi fatti durante le indagini preliminari e successivamente a giudizio per una triste vicenda di stalking.

In primo grado il giovane era stato condannato a 13 anni (il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 10 anni, ma la decisione dei giudici fu ancora più dura), mentre in secondo grado la pena venne ridotta a 10 anni e 3 mesi di reclusione, dai quali andava detratto il periodo pre-sofferto di custodia cautelare in carcere.

L’uomo ha messo in atto vere e proprie aggressioni fisiche nei confronti della sua ex fidanzata, sfociate anche in violenze sessuali. In un’occasione si era persino chiuso in albergo per tre giorni insieme alla vittima per aspettare che le passassero i lividi provocati dalle botte. Un altro episodio, invece, costrinse la ragazza a recarsi in ospedale con un trauma cranico e la rottura del naso, con una prognosi di 25 giorni, oltre ad aver subito il danneggiamento della macchina.

Il 28enne è ora rinchiuso nel carcere di Pontedecimo.