Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Borse di studio, la Liguria raddoppia: potranno usufruirne 210 mila studenti

Genova. Raddoppia da circa 10mila a oltre 20mila il numero degli studenti che potranno usufruire delle borse di studio erogate da Regione Liguria grazie alla modifica dei criteri di assegnazione, soprattutto all’innalzamento dei tetti di reddito.

La modifica al Piano regionale per il diritto allo studio, approvata all’unanimità dal consiglio regionale durante la seduta odierna su proposta dell’Assessore alla Formazione e Istruzione Ilaria Cavo, riguarda due tipi di borse di studio: quella per il rimborso delle spese di frequenza scolastica delle scuole paritarie elementari, medie e superiori (600mila euro di fondi disponibili) e quella per il rimborso delle spese di acquisto dei libri di testo per gli studenti delle scuole medie e superiori, sia statali che paritarie (2 milioni e 500mila euro).

“Sono soddisfatta per l’esito positivo della votazione in aula: è un obiettivo che ho fortemente voluto perché negli anni scorsi non sono mai state erogate integralmente le risorse disponibili: il 50 per cento dei fondi rimaneva inutilizzato perché i livelli massimi di reddito fissati dalla precedente amministrazione erano troppo bassi e restrittivi. Questa modifica consente di liberare tutte le risorse e di arrivare a un sostanziale raddoppio del numero degli aventi diritto aumentando, al contempo, l’ammontare del rimborso”.

Grazie alla modifica dei criteri, dal prossimo anno scolastico Regione Liguria erogherà oltre un migliaio di borse di studio per il rimborso delle spese di iscrizione e frequenza scolastica (nel 2015 ne erano state erogate 562 di cui 439 a Genova, 66 a Savona, 30 a Spezia e 29 a Imperia) e circa 20mila borse di studio per il rimborso delle spese per l’acquisto dei libri di testo (a fronte delle 9.433 erogate nel 2015, di cui 5184 a Genova, 1699 a Savona, 1382 a Spezia e 1168 a Imperia).