Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Anci, consegnato manifesto pro fusione a 235 sindaci liguri

Più informazioni su

Il coordinamento “Liguri per le fusioni” stamani a Palazzo Tursi ha consegnato al sindaco di Genova e presidente di Anci Liguria Marco Doria il manifesto a favore delle fusioni di Comuni in Liguria. Una copia del documento sarà inviata a tutti i 235 sindaci della Regione.

“In Liguria non c’è mai stata una fusione, ma solo un tentativo fallito a La Spezia – sottolinea il rappresentante del coordinamento Antonello Barbieri – attualmente sono tre i comitati di cittadini attivi sul territorio: Comune unico Cinqueterre, Non Morti della Val Fontanabuona e Valle Scrivia, una valle, un Comune. Manca l’informazione ai cittadini e una discussione politica seria sul tema”.

“La legge Delrio ha introdotto importanti incentivi per i Comuni che si fondono – ha detto Barbieri -: il 40% in più di trasferimenti statali, la possibilità di sforare il Patto di Stabilità e la possibilità di fare nuove assunzioni, a cui si sommano l’ottimizzazione gestionale e l’istituzione di Municipi al posto dei vecchi Comuni prevista dalla legge regionale”.

Legge di cui il coordinamento chiede al presidente Giovanni Toti “una modifica repentina perché è vecchia, troppo complicata e soprattutto non finanziata”. L’obiettivo del coordinamento è sensibilizzare i sindaci e i cittadini liguri sul progetto. A Genova ha ottenuto il sostegno dei consiglieri comunali Stefano Anzalone (Progresso Ligure) e Enrico Musso (Lista Musso), al documento hanno già aderito una quindicina di sindaci della Regione. Il 9 luglio i tre comitati liguri parteciperanno all’assemblea nazionale organizzata a Chivasso (Torino) dai coordinamenti italiani pro fusioni.