Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Sturla la Festa del baratto: mercatino e laboratori per far rivivere il Depuratore foto

Più informazioni su

Genova. Avete oggetti che non usate più? O manufatti di riuso creativo da esporre? A Sturla domani, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, in Via del Tritone sulla terrazza del Depuratore di Sturla, dalle ore 11 alle 19 c’è un appuntamento ad hoc: la festa del baratto.

Con l’aiuto dei partner e dei (tanti) collaboratori del quartiere di Sturla, oltre al mercatino, ci saranno laboratori per bambini e adulti, esposizione di eco-design, musica, bibite, cibo e molto altro.

La giornata segna la conclusione in festa di due progetti, entrambi vincitori in diverse sezioni del bando “Questo non è un rifiuto” patrocinato dal Municipio IX Levante e finanziato da AMIU.

Il progetto di AlVerde  “Ingombrante a chi? Rifiuti grandi, grandi risorse!“, presentato nella sezione “Rifiuti ingombranti, elettronici e speciali”, prevede l’organizzazione di un grande mercatino di cessione e scambio di beni durevoli,  occasione per svolgere  una campagna di informazione e di educazione su come il riuso dei rifiuti ingombranti e delle piccole apparecchiature elettriche ed elettroniche costituisca una delle buone pratiche da attuare per ridurre i rifiuti allungando il ciclo di vita degli oggetti.  Nel corso della giornata alVerde svolge e coordina laboratori gratuiti rivolti a bambini e adulti.

Matermagna ha invece sviluppato il progetto:”Gioco Rigioco e Riciclo” nella sezione di “Riciclo creativo”  che ha viste coinvolte le scuole primaria Palli, inf.il Pratone  e inf. Chighizola nelle quali sono stati realizzati  i laboratori dell’Officina del Giocattolo ed è stato affrontato il problema dei cambiamenti climatici e della plastica in mare. Nel corso della giornata Matermagna coordina il mercatino del baratto incentivando l’uso degli SCEC e propone laboratori gratuiti di educazione ambientale rivolti ai più piccoli da lei ideati.

Le due Associazioni hanno accolto con entusiasmo la proposta di svolgere questo evento sulla copertura piana del Depuratore di Sturla per accrescere l’attenzione della cittadinanza verso un’area strategica da rigenerare.

In particolare alVerde, in collaborazione con il Comitato per la difesa Sturla, intende creare una nuova rete di cittadini, scuole, associazioni, comitati di quartiere appoggiando un processo di progettazione partecipata per rivitalizzare uno spazio a rischio di degrado, attuando il riuso temporaneo di un’area paesaggisticamente magnifica ma attualmente ferita dalla presenza dell’impianto, necessario ma di notevole impatto e difficile fruibilità e per selezionare idee per una futura gestione comune di questo luogo.