Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

World League, Setterosa qualificato per la Superfinal

La fase conclusiva della competizione si giocherà dal 7 al 12 giugno in Cina

Rapallo. L’Italia batte l’Olanda 15-10 e prenota il biglietto per Shanghai, dove dal 7 al 12 giugno parteciperà alla Superfinal di World League. Allo Stadio del Nuoto di Bari, nell’ultimo turno del girone preliminare, le azzurre del ct Fabio Conti si prendono la rivincita sulle olandesi che le avevano battute all’andata lo scorso 22 ottobre 11-10 e con le quali hanno poi pareggiato 8-8 il 23 marzo nel torneo preolimpico. Nell’Olanda due cambi rispetto alle tredici del preolimpico: Bente Rogge al posto di Dagmar Genee e Laura Van Der Graaf al posto di van Toorn.

La prima volta della Nazionale femminile a Bari è stata festeggiata da oltre 700 spettatori che hanno assistito all’incontro con grande partecipazione e dai tanti fans che fin dall’arrivo erano a caccia di selfie e autografi. Nell’altra partita del girone a Budapest l’Ungheria ha battuto la Francia 5-1. In classifica Italia 13 punti, Olanda 12, Ungheria 11, Francia 0. Nell’altro girone europeo, a Ruza, la Russia ha battuto 14-13 la già qualificata Spagna e con 12 punti e +17 di differenza reti diventa la migliore seconda e si qualifica anch’essa alla Superfinal. L’Olanda, anche lei seconda con 12 punti, ha però una differenza reti peggiore (+6).

Alla Superfinal partecipano otto squadre: le vincenti dei due concentramenti europei e la migliore seconda, le prime quattro del torneo intercontinentale e la Cina, in qualità di Paese ospitante. Sono qualificate Stati Uniti, Australia, Canada, Cina, Brasile, Spagna, Russia e Italia.

La cronaca. Il primo tiro è di Emmolo che colpisce la traversa, il primo gol di Frassinetti dal centro (1’39”), il primo break è il 5-2 con cui si conclude la prima frazione di gioco. L’Olanda regge 3 minuti, poi Garibotti (da applausi la sua palomba dopo 3’30”), Aiello e Emmolo firmano il +3.

Nel secondo tempo l’Italia non si ferma e allunga sul +4 (8-4); Stomphorst è la più dinamica in zona tiro (tre gol nei primi due tempi). Nell’intervallo di metà gara lo spettacolo della squadra di nuoto sincronizzato della Waterpolo Bari.

Nel terzo tempo è italian talent show: dopo la fiammata improvvisa di Sevenich, Emmolo, Radicchi (2) e Pomeri segnano il solco. Sul 12-5 (dopo 20’54”) il tecnico olandese chiama time out per riordinare le idee. Su riprende e Queirolo (23”37) realizza il 13-5 con un tiro potente a fil di palo.

Nell’ultimo periodo cala un po’ l’attenzione e l’Olanda, ferita nell’orgoglio, reagisce segnando 5 reti. Ma quando il Setterosa decide di spingere ancora arrivano i gol di Bianconi in superiorità e di Tabani in controfuga.

“Vittoria bella e meritata – dice Fabio Conti -. La partita si è messa subito su binari giusti e anche nel finale, quando le olandesi cominciavano a provocare, siamo stati bravi a mantenere la giusta calma. Le partite non sono mai facili, tantomeno contro questa Olanda che si giocava l’ultimo obiettivo dell’intera stagione, anzi del quadriennio. Oggi non mi soffermerei sull’aspetto tecnico; sappiamo bene cosa migliorare ancora. Oggi le ragazze sono state doppiamente brave nel creare il vantaggio iniziale e nel gestire con nervi saldi la parte conclusiva. Grazie a tutti per l’accoglienza, il sostegno e l’organizzazione di questo bellissimo evento. Bari e il suo pubblico hanno dimostrato ancora una volta con entusiasmo il proprio interesse per la pallanuoto”.

Il tabellino:
Italia – Olanda 15-10
(Parziali: 5-2, 3-2, 5-1, 2-5)
Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 1, Queirolo 1, Radicchi 3, Aiello 1, Di Mario 1, Bianconi 1, Emmolo 3, Pomeri 1, Cotti, Frassinetti 2, Teani. All. Fabio Conti.
Olanda: Aarts, Smit 2, Rogge 1, Van Der Sloot, Genee, Stomphorst 4, Nijhuis, Sevenich 2, Megens, Van Der Graaf 1, Klaassen, Van Der Molen, Willemsz. All. Arno Havenga.
Arbitri: Galindo (Spa), Dreval (Rus).
Note. Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 5 su 9, Olanda 3 su 8.