4500 firme

Valle Scrivia, M5S: “Subito automedica per almeno 12 ore”

Automedica

Liguria. “Attivare al più presto un servizio di automedica per l’intera valle Scrivia”. Lo chiede il portavoce del MoVimento 5 Stelle Liguria, Marco De Ferrari, dando voce alle oltre 4.500 firme raccolte dagli abitanti e i residenti valligiani, in rappresentanza di 22mila cittadini.

Nell’interrogazione, depositata oggi in Regione, il M5S sollecita l’avvio di un “servizio in via sperimentale per almeno di 12 ore al giorno, anche a livello autostradale, che operi sull’intero territorio valligiano”.

“Si tratta di un presidio sanitario fondamentale – attacca De Ferrari – che la valle Scrivia attende da troppo tempo, nel silenzio assordante delle istituzioni, l’assessore Viale in testa, sorda alle richieste di migliaia di cittadini stanchi di essere trattati come cittadini di serie b su un tema fondamentale come quello della salute”.

Dopo aver incontrato i rappresentanti delle pubbliche assistenze, ieri il portavoce pentastellato ha eseguito un sopralluogo in valle Scrivia per rendersi conto da vicino delle criticità del territorio e prendere atto dell’assenza di un sistema sanitario adeguato, in particolare legato all’emergenza.

Ora la battaglia si sposterà nelle aule istituzionali, a cominciare dal Consiglio regionale, dove il 7 giugno le pubbliche assistenze e le associazioni di soccorso chiederanno un incontro con i capigruppo perché siano ascoltate le proprie istanze.

 

Più informazioni
leggi anche
Automedica
Genova
Automedica notturna in Valbisagno, M5S: “Una vittoria dei cittadini”
Automedica (Foto da Busalla Informa)
Busalla
Automedica in Valle Scrivia, parte la raccolta firme: “Servizio indispensabile”
Adriana Piccolo, capogruppo Punto a Capo a Busalla
Politica
Automedica in Valle Scrivia, Punto a Capo: “Fare presto e non abbandonare il progetto Rsa”
cronaca
Good news
Valbisagno, entro febbraio arriva l’automedica h24, ma è polemica con il M5S
Automedica (Foto da Busalla Informa)
55 mila residenti
“Manca l’assistenza sanitaria”: la Regione ascolta sindaci e abitanti. In Valle Scrivia arriva l’automedica