Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un cinico PonteX vola in finale playoff

Battuto all'inglese il Via dell'Acciaio, che paga troppi errori sotto porta. Si salva il San Bernardino. Spareggio Prato - Struppa

Ci si avvia verso l’epilogo in Prima categoria girone C, con le partite di playoff e playout.

In chiave promozione andava in onda Via dell’Acciaio – PonteX il Torchio, mentre in La lotta salvezza ha visto contrapporsi San Bernardino e Prato 2013.

Terza e quarta classificate quindi in campo, con il Via dell’Acciaio favorita naturale sia per quanto visto in campionato durante il quale gli azulgrana hanno lottato anche per la vetta, prima che la Goliardica salutasse tutti e volasse in Promozione, ma anche perché la squadra di Pecoraro aveva due risultati su tre. Ma in questo finale di stagione abbiamo visto diversi pronostici ribaltati. Così accade anche all’  “Italo Ferrando” di Cornigliano, dove il PonteX, come si dice, vince e soprattutto convince. I granata hanno fatto una cavalcata importante nel girone di ritorno che gli ha consentito di scalzare la Calvarese dall’ultimo posto disponibile per i playoff, e nella semifinale di battere il Via dell’Acciaio.

La partita inizia contratta, com’era prevedibile, e la prima occasione è proprio del PonteX che con Lipardi non trova lo specchio della porta. Al 26° il Via dell’Acciaio sfiora il vantaggio: Beccaris svetta su calcio d’angolo e chiama Di Moro a un grande intervento. Poco dopo è Minnelli a graziare la squadra di Puggia calciando addosso al portiere. Così la legge del gol si manifesta in tutta la sua crudeltà e al 34° Da Ronch riceve palla, rientra secco da destra e batte Di Giorgio con un tiro di chirurgica precisione che bacia il palo interno e si insacca. Il primo tempo termina così con il Via dell’Acciaio sprecone, ma vivo e il PonteX silenzioso e cinico.

Nella ripresa succede in realtà molto poco, il PonteX alza il baricentro e prende fiducia mentre il Via dell’Acciaio non riesce a sfondare. Al 62° Beccaris gira di testa, ma Di Moro è ancora attento e para. Gli azulgrana non trovano varchi, merito di un PonteX organizzato che all’82° chiude la partita grazie a un calcio di rigore realizzato da Ghiglino. Prima impresa fatta dal PonteX che ottiene una vittoria non semplice. Per il Via dell’Acciaio una riconferma che le mura amiche non sono così tanto “amiche” visto che quella odierna è la decima sconfitta della stagione, la sesta in casa.  I granata ora, si preparano per cercare di espugnare anche Campo Ligure, in una finale che promette molte emozioni.

Scendendo in zona playout San Bernardino e Prato 2013, hanno invece confermato le posizioni in classifica. Nell’unica semifinale di playout i neroverdi hanno fatto valere la propria forza. L’inizio è lento, le squadre non si sbilanciano e il Prato cerca il varco per sferrare il colpo decisivo. In realtà è il San Bernardino che passa al primo affondo. Cross di Valmati dalla destra e Provenzano incorna perfettamente la sfera che batte Berveglieri e regala il vantaggio rassicurante alla truppa di Mangini.

Il Prato qui invece di reagire furiosamente, va in confusione e non riesce a rimettersi in carreggiata. Finisce il primo tempo e nella ripresa il Prato si complica la vita. Angotti, già ammonito rimedia un cartellino evitabile, al 55°, e due minuti dopo è Aceto che si fa espellere per fallo su chiara occasione da rete. Al 65° quindi Valmati mette in cassaforte il punteggio con una bella azione personale che gli consente di battere Berveglieri. A questo punto il Prato si sveglia e getta il cuore oltre l’ostacolo e tre minuti dopo segna, accorciando il risultato. Il finale vede gli ospiti provare a recuperare, ma la doppia inferiorità si fa sentire e il risultato non cambia.

Rispettata dunque la classifica che vedeva il San Bernardino precedere gli avversari odierni di 4 punti. Ora i rossoneri si giocheranno il tutto per tutto contro lo Struppa, partendo questa volta, come favoriti.