Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un Campi di Prima Categoria! fotogallery

La squadra di Rondoni batte il Cà de Rissi grazie a un gol di Bottaro nel finale e si prende la promozione. Olimpia che si aggiudica l'andata dei playout a Savignone

Il Campi si aggiudica la finale playoff di Seconda categoria, girone D e sale in Prima categoria. I ragazzi di Rondoni hanno fatto valere la classifica, che è stata rispettata in tutto, anche nelle partite di spareggio. In campo a Genova, scendono infatti la seconda contro la terza classificata del campionato. Il Cà de Rissi arriva galvanizzato e gioca alla pari una partita che francamente non avrebbe dovuto avere vincitori per quanto visto sul rettangolo verde.

Come accade in questi casi, la partita è bloccatissima e la prima conclusione arriva al 28° con Devenuto che si gira al volo di sinistro, ma la conclusione è totalmente sbagliata. La risposta Cà de Rissi è affidata a Cogorno che da calcio di punizione colpisce la barriera. Poi c’è un parapiglia durante la sostituzione dell’infortunato Rasero che deve abbandonare il campo, Puggioni dalla panchina dice qualcosa che non sta bene al direttore di gara che gli sventola in faccia il cartellino rosso. Escono di scena quindi due possibili protagonisti della partita, che nella ripresa si apre con Domi per Jaramillo, che praticamente in porta non aggancia.

Poco dopo Rattazzi la fa grossa perdendo palla al limite dell’area e consentendo a Cogorno di riceve re tutto solo a tu per tu con Pedemonte, ma la conclusione del bomber biancorosso è inguardabile, e termina altissima. Ancora Cà de Rissi, che vive il suo miglior momento, ma è impreciso nell’ultimo tocco. Anche Ortega, entrato poco prima, viene pescato splendidamente da Barile, ma spara alle stelle.

Poco dopo cambia completamente la partita quando De Vito intercetta con un braccio una palla mal controllata da un compagno, l’arbitro ammonisce il difensore, che è espulso visto che aveva ricevuto un giallo anche nel primo tempo. Cà de Rissi in dieci uomini quindi. Non si scompongono i biancorossi di Garbarino che con Poggi ci provano con un destro dalla distanza, palla non molto sopra la traversa. A due minuti dal termine entrata insensata di Conti su Domi. Un’entrata davvero inutile da dietro e con almeno tre uomini pronti ad affrontare l’attaccante grigioazzurro. Rosso diretto e Cà in nove uomini.

In pieno recupero il Campi suggella la partita con il gol di Bottaro su assist di Devenuto. L’attaccante in maglia 18 è tutto solo in area e può girare in porta agevolmente il gol che fa volare il Campi in Prima categoria. Per il Cà de Rissi un’ottima stagione comunque, e una partita giocata alla pari con gli avversari odierni.

Si giocava anche la gara di andata della finale playout fra Savignone e Olimpia con gli ospiti che si aggiudicano la gara per 1-2 e mettono un’ipoteca sulla permanenze in Seconda categoria. Partita bella a tratti, con occasioni sparse un po’ a macchia di leopardo fra due squadre che si affrontano consapevoli di giocarsi tutto in 180’.

La prima occasione è del Savignone che con Diana al 19° non va molto lontano dal vantaggio. Al 40° la seconda occasione di un primo tempo bloccato. Isola calcia da dentro l’area a botta sicura, ma Alesso si supera con un grandissimo intervento. É il preludio del vantaggio ospite che arriva negli ultimi secondi di tempo con una punizione imprendibile di Gottuso. Il Savignone reagisce immediatamente e nei due minuti di recupero finali sfiora il gol prima con Sarpero che viene ben chiuso dall’uscita di Gatto, poi con Magliulo che ci prova con una botta dalla distanza, ancora Gatto impeccabile.

Nella ripresa il Savignone fa la partita. Al 53° Gattulli ci prova dal limite dell’area, palla che sfiora il palo. Al 60° Diana rimette in parità la partita ancora con una punizione sulla quale Gatto non può far altro che restare a guardare. Il Savignone prova  sfruttare il momento di difficoltà avversario e al 70° Caviglione ha la palla buona per segnare, ma Alesso è davvero in gran giornata e sventa in uscita. Si arriva quindi all’80° quando è l’Olimpia che, però nonostante un secondo tempo sonnecchioso e in difesa trova il gol grazie a una staffilata di Barba da oltre 20 metri.

Per l’Olimpia un gol che potrebbe essere decisivo, mentre il Savignone dovrà cerca una nuova impresa come quella già fatta con il Vecchio Castagna.