Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Turismo, a Genova dati incoraggianti: aumentano gli stranieri, bene le crocere

Positivi anche i dati sul movimento containers nel porto di Genova

Genova. Crocere, turismo e porto sono i settore trainanti nel Comune di Genova. Rispetto al 2014, nel porto si registra un aumento dell’imbarco per le merci in colli e a numero (+3,2%), per gli oli minerali e rinfuse (+28,5%) e per bunkers e provviste (+11,1%). Per quanto riguarda gli sbarchi, invece, si registra una diminuzione per le merci in colli e a numero (-0,1%), per gli oli minerali alla rinfusa (-10,8%) e per le altre rinfuse (-6,6%). Dati positivi per il movimento dei contenitori (pieni + vuoti). In aumento sia i dati relativi allo sbarco (+3,5%) sia all’imbarco (+3,0%). Complessivamente il movimento containers aumenta del 3,2%.

In aumento anche il traffico passeggeri che registra complessivamente un incremento del 4,0% rispetto al 2014. Il traffico per i traghetti aumenta del 4,4% e le crociere del 2,9%. Da tener presente che per le crociere il dato comprende oltre ai passeggeri imbarcati e sbarcati anche quelli in transito.

Per quanto riguarda il turismo, negli esercizi alberghieri ed extralberghieri del Comune di Genova nel 2015 si registra un aumento sia sugli arrivi (+23.638; +2,9%) sia sulle presenze, misurate in giorni di permanenza, (+67.656 pari a +4,3%) rispetto all’anno precedente. La componente straniera risulta in aumento sia sugli arrivi (+17.154; +4,3%) sia sulle presenze (+55.427; +7,4%.).

Per quanto riguarda l’edilizia nel 2015 i permessi di costruire rilasciati dal Comune, le DIA e le SCIA sono stati 1.278 per l’edilizia residenziale e 742 per l’edilizia non residenziale contro i 3.927 e gli 816 del 2014 (-2.649 opere pari a -67,5% per l’edilizia residenziale e -74 opere pari a -9,1% per l’edilizia non residenziale). Risultano in forte aumento i lavori iniziati (4.681 contro 2.662: +75,8%) e ultimati (4.459 contro 2.670: +67,0%). In diminuzione gli abusi edilizi (-8,0%).

In aumento, infine, il tasso di inflazione tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) relativo alla città di Genova (calcolato al lordo dei consumi di tabacco), che passa dallo 0,0 di dicembre 2014 allo 0,4 di dicembre 2015.

Per quanto riguarda gli andamenti dell’economia e del lavoro, le ore autorizzate dalla Cassa Integrazione Guadagni nel 2015 in provincia di Genova ha registrato complessivamente una diminuzione del diminuzione del 27,8% (-2.420.277 ore) rispetto all’anno precedente. La diminuzione interessa tutte le tipologie di intervento: straordinaria (-29,0%), ordinaria (-23,9%) e in deroga (-27,8%). La fonte dei dati è rappresentata dagli archivi INPS che gestiscono la cassa integrazione. Gli archivi sono alimentati: per quanto riguarda la cassa integrazione ordinaria industria ed edilizia dalle delibere di autorizzazione della commissione provinciale del lavoro, per la cassa integrazione straordinaria dai decreti emessi dagli uffici regionali del lavoro. Quindi le ore autorizzate ogni mese non sono di competenza del mese stesso, ma possono riferirsi sia a periodi precedenti il mese di autorizzazione (la maggior parte) sia a periodi successivi.