Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trofeo di nuoto, a Rapallo non c’è posto negli hotel. Martini: “Il prossimo anno collaboriamo”

Rapallo. “In riferimento agli interventi e ai commenti post comunicato stampa relativo al Trofeo Internazionale di Nuoto ‘Città di Rapallo’, vorrei precisare che le mie osservazioni non volevano essere né critiche, né dare adito ad una strumentalizzazione politica. Mi sono limitato ad esternare miei pensieri derivanti la realtà dei fatti vissuti personalmente negli ultimi dieci anni in qualità di presidente della Rapallo Nuoto”. Lo dice il presidente della Rapallo Nuoto, Alessandro Martini.

“Tengo a precisare che anche quest’anno (come gli altri precedenti sette anni) i dirigenti della Rapallo Nuoto hanno cercato di agevolare il soggiorno alle squadre ospiti cercando una sistemazione alberghiera in Rapallo congeniale a chi, solitamente, affronta trasferte e turismo finalizzate ad eventi sportivi dilettantistici. Come ogni anno abbiamo purtroppo trovato difficoltà a sistemare le squadre nella città di Rapallo, mentre è stato più semplice reperire alloggi nelle cittadine vicine – prosegue – Con questo non voglio assolutamente attribuire colpe né dell’amministrazione comunale, né agli albergatori che evidentemente avranno le loro buone e personalissime ragioni (politiche aziendali, stanze già occupate e/o timore nell’ospitare squadre di giovani sportivi e molti altri aspetti in parte da me condivisibili). E’ vero che, personalmente, non ho contattato il signor Carpi, presidente dell’Associazione Albergatori di Rapallo; ma è anche vero che, quando nel passato ho contattato i vari responsabili delle varie associazioni alberghiere (non vorrei chiamare in causa nessuno ma volendo ho ancora le corrispondenze ed i depliant promozionali del Trofeo di Nuoto), nulla è valso a soddisfare le esigenze e richieste dei vari team di nuoto che, ahimè, sono andati in parte a soggiornare nelle località vicine”.

Ormai sono otto anni che il Trofeo Internazionale di Nuoto Città di Rapallo-Coppa Head si svolge alla fine di maggio. “E’ un appuntamento di caratura nazionale nonché manifestazione ormai tradizionale nel cartellone degli eventi cittadini di cui, a mio avviso, chi si occupa di far turismo in città e nel comprensorio del Tigullio dovrebbe essere a conoscenza a prescindere. Sfortunatamente ogni anno riscontriamo le stesse difficoltà, forse perché il periodo risulta scomodo ed ‘antipatico’ perché ricco di avvenimenti in concomitanza e, fortunatamente, di un maggior afflusso di turisti in caso di previsioni meteo favorevoli. Ripeto, non voglio fare polemica, conosco il mondo del commercio ed imprenditoriale e capisco che spesso non sia facile abbinare connubi diversi e riuscire a soddisfare domande e richieste. Da parte nostra, stiamo lavorando per una copertura della Piscina Olimpionica, crediamo che grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale questo possa realizzarsi a breve, quindi avremo la possibilità di organizzare grandi eventi anche in stagioni più congeniali e ‘meno turistiche’: l’obiettivo è portare in città sempre più manifestazioni sportive di spicco, ma anche contribuire al potenziamento del turismo sportivo, cosa che potrebbe giovare a tutto il territorio”, dichiara ancora.

Poi un invito. “Con il solito spirito collaborativo che solitamente contraddistingue la nostra gloriosa Società sportiva, sono quindi a proporre con largo anticipo di organizzare tutti assieme (Rapallo Nuoto, Comune di Rapallo, Albergatori, Commercianti, Associazioni varie e cittadini) la Nona edizione del Trofeo Internazionale di Nuoto, coinvolgendo tutti e, magari, organizzando un evento di presentazione dei partecipanti sul lungomare, nella zona del Chiosco della Musica, in modo da rendere partecipe chiunque voglia contribuire alla riuscita della manifestazione facendo sì che Rapallo possa diventare, per un weekend, capitale del Nuoto”, conclude.