Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Treni, la rabbia dei pendolari: “Per il terzo lunedì trattati come bestie”

In caso si ripetessero le condizioni i pendolari valuteranno iniziative legali di tutela e compensazione dei viaggiatori

Più informazioni su

Genova. Il “Save the date”, questa volta è più una minaccia che un promemoria. Le tre date che segnano la “fine di ogni rapporto improntato alla civiltà” da parte di chi “non ha il minimo rispetto per viaggiatori e abbonati” sono 26 aprile, 2 maggio, e in ultimo, stamani 9 maggio e sono segnate a fuoco dai pendolari in viaggio ogni mattina dal capoluogo ligure a quello lombardo.

In estrema sintesi, per il terzo inizio settimana sull’Intercity 652 i viaggiatori “sono trattati come bestie”. E’ il j’accuse lanciato dai pendolari di GenovaMilano-Assoutenti.

Secondo quanto riferito dai pendolari le “impresentabili carrozze downgradate dai Frecciabianca” assegnate a otto intercity sulla linea Genova-Milano, presentano continui problemi, guasti, tanto da far rimpiangere le vecchie carrozze a scompartimenti.

“La qualità di un materiale nato male e manutenuto peggio ha provocato per tre inizi settimana di fila composizioni decurtate e viaggiatori e abbonati alla ricerca di posti a sedere inesistenti – denunciano – Stamani i viaggiatori stazionavano anche nei gabinetti e negli intercomunicanti in barba a qualsiasi normativa di sicurezza”.

E se non c’è due senza il tre, non sia mai che il quattro vien da sé. “Non possiamo che leggere inefficienza e attenzione zero di fronte a mancate manutenzioni e a scientifiche immissioni in circolazione di materiale inutilizzabile – concludono i pendolari – ma se il prossimo lunedì riscontreremo ancora composizioni decurtate valuteremo iniziative legali di tutela e di compensazione dei viaggiatori”.