Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Trasta, la protesta degli edili del Terzo Valico: sciopero fino a domani sera

Genova. Agg. h.12.15  Proseguirà fino alle 22 di domani lo sciopero a Trasta dei lavoratori edili del Terzo Valico. Oggi  adesione totale da parte dei lavoratori di tutti i turni dei cantieri di Fegino, Polcevera e Cravasco che hanno incrociato le braccia e sono scesi in strada bloccando l’accesso al campo base di Trasta e la viabilità della Valpolcevera.

protesta edili trasta
Lo sciopero indetto da Fillea Cgil, Filca Cisl, Feneal Uil è stato proclamato a seguito dell’assenza di risposte da parte del commissario straordinario in merito alle rivendicazioni sindacali sui temi di salute e sicurezza. In particolare i sindacati da 6 mesi chiedono, senza avere risposta, integrazioni salariali per gli operai edili costretti a lavorare in precarie condizioni di sicurezza e per molte più ore rispetto a quanto previsto dal documento valutazione rischi: 8, 9 ore in galleria quando non dovrebbero restarci più di 4 ore.  
Entro il 27 aprile scorso avrebbe dovuto avere luogo un incontro proprio sul temi di salute e sicurezza sui cantieri del Terzo Valico dei Giovi, poi mai avvenuto: da qui la decisione di indire l’astensione dal lavoro degli operai edili che proseguirà fino a domani sera, in attesa che venga fissato un nuovo incontro con le organizzazioni sindacali.  

 

Protesta degli edili del Terzo Valico a Trasta. I lavoratori dei cantieri hanno incrociato le braccia da ieri sera alle 22. In Valpolcevera si sono subito registrati disagi al traffico: code e rallentamenti. Alle 8 la direttrice Polonio/Perlasca/San Donà di Piave era bloccata, sul posto gli agenti della Municipale. Poi il blocco stradale è stato rimosso e la viabilità  ha piano piano ripreso il suo flusso regolare.

Lo sciopero è stato indetto da Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil per evidenziare l’assenza di un riscontro alle richieste dei sindacati sulle tematiche che riguardano la salute e la sicurezza sul lavoro.

I turnisti sciopererano fino alle 22, mentre i giornalieri si asterranno dal lavoro per l’intera giornata.