Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Trasporto pubblico, un problema per tutti”: sciopero e presidio davanti a sede Amt fotogallery

Genova. Uno striscione con scritto “Da Burlando a Toti chi viaggia sulle solite carriole sono sempre i soliti noti, cittadini e lavoratori” e poi altri striscioni e slogan contro la privatizzazione di Amt. Un segnale forte che i lavoratori del trasporto pubblico, oggi in sciopero per 4 ore, hanno voluto dare con un presidio davanti alla sede dell’azienda.

Presidio dei lavoratori Amt

“Il trasporto pubblico è un problema per tutti ma non per questa politica” spiegano i sindacati in un volantino unitario con il quale hanno voluto spiegare le ragioni dello sciopero. “Passano gli anni ma i problemi restano irrisolti e a pagare il conto – proseguono – siamo sempre gli stessi, lavoratori e cittadini, costretti a subire le scelte o non scelte di amministrazioni, proprietà e dirigenti aziendali che sembrano più interessati ai conti economici che a far funzionare l’azienda”.

Nel mirino anche le indiscrezioni relative alla possibilità di esternalizzare parte del servizio collinare. “La motivazione è’ semplice – spiegano i sindacati – si vogliono creare due livelli di servizio uno per i più fortunati con le linee centrali dove la domanda è forte, e quindi c’è ritorno economico me un altro per periferie e linee collinari dove, secondo il teorema politico e aziendale, il servizio può subire una bella sforbiciata”.

I sindacati accusano anche le istituzioni per non aver onorato l’accordo del 2013, che prevedeva l’acquisto di 400 nuovi bus che avrebbero permesso di abbattere costi di manutenzione per oltre due milioni di euro ma che non sono mai arrivati. I sindacati, quindi, invitano i cittadini a rimanere “uniti per quella che è una battaglia di civiltà.