Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tenzone Dantesca, in gara per la Divina Commedia: gli studenti del Mazzini sul podio

Più informazioni su

Genova. “Ché perder tempo a chi più sa più spiace” (Dante e il tempo). Questo è stato il tema della IX edizione della Tenzone Dantesca, organizzata il 5, 6 e 7 Maggio 2016 dal prestigioso Liceo G.B. Vico di Nocera Inferiore (SA), dove decine di liceali provenienti da tutte le regioni d’Italia si affrontano in una gara nazionale di memoria poetica i cui obiettivi sono quelli di rinnovare e incentivare lo studio della Divina Commedia, testo fondante l’identità culturale e morale del nostro paese.

Oggi, nel terzo millennio, studiare a memoria le terzine della Divina Commedia è tempo perso? Assolutamente no! Soprattutto se a farlo sono, con entusiasmo e convinzione, studenti di sedici, diciassette e diciotto anni appartenenti a quella tribù di “Nativi digitali” così spesso giudicata da noi adulti in modo impietoso ed affrettato.

La sfida verteva sui canti I dell’Inferno, III del Purgatorio e XVII del Paradiso, rispettivamente per gli studenti del terzo, quarto e quinto anno. Il Liceo Mazzini ha partecipato con sei concorrenti, due per ciascuna cantica,appartenenti tutti al Liceo Classico (lo scorso anno partecipò solo una studentessa del Liceo Linguistico) accompagnati dalla Professoressa Elena Romagnoli.
L’esito della Tenzone è stato davvero eccellente per il Liceo:

– Jacopo Parodi della Classe ID si è classificato al 4° posto per l’Inferno.
– Simone Costa, classe III A, si è classificato al 3° posto per Il Paradiso.
– Federico Pasquali, classe III B, ha conteso fino all’ultimo la vittoria alla favorita, la fortissima concorrente di Prato, classificandosi 2° con un solo punto di scarto, ma conquistando il prestigioso premio della giuria per la miglior interpretazione.

Anche gli altri concorrenti: Umberto Rosa I B, Tommaso Calleri II A e Camilla Aggio I B, si sono fatti onore nelle rispettive categorie.

“Altro aspetto non meno importante della competizione è stato quello umano – relazionale – raccontano gli insegnanti – i ragazzi partecipanti sono stati ospitati dalle famiglie degli studenti nocerini e trattati come figli. Sono nate nuove e belle amicizie, reali, non virtuali. Così il giorno della sfida sul Purgatorio, osservare i ragazzi che ripassavano insieme le terzine percorrendo in salita il sentiero che portava al Castello della città è stata, per noi docenti, un’emozione impagabile e fortemente simbolica”.

L’ottima affermazione conferma la tradizionale qualità del curricolo del Liceo che ha permesso ai suoi studenti di ottenere lusinghieri risultati nelle ricerche dell’Università sugli alunni diplomati nel Liceo e
nelle indagini sul rendimento tra le scuole della provincia di Genova.

E a presto un nuovo appuntamento: Luca Cipollini della classe III C del Liceo Classico Mazzini, che, con un’impeccabile traduzione dalla lingua greca, ha conseguito il primo posto tra i partecipanti alle gare di Selezione regionale della Liguria, rappresenterà la Provincia di Genova alle Olimpiadi Nazionali delle Lingue e Civiltà Classiche – quinta edizione, organizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica nei giorni 12 e 13 maggio prossimi a Torino.