Rivoluzione digitale

Telefonate anche nelle gallerie autostradali, ecco i benefici della banda ultra larga

Genova. La possibilità di telefonare in galleria, nella rete autostradale della Liguria sarà il primo segnale “concreto” dell’arrivo della banda ultra larga nella nostra regione. Un primo passo che, per alcune tratte, la Genova-Savona, sarà già attivo dal prossimo mese di Luglio mentre, ha assicurato il Preside te Giovanni Toti, entro un anno da oggi ci sarà la copertura completa.

Un progetto, quello della banda ultra larga, che ha visto una forte accelerazione con un investimento, da parte di Tim, per le reti fissa e mobile di 26 milioni di euro che porteranno, entro l’anno a un totale di 38 comuni dotati di infrastruttura a fibra ottica di nuova generazione a fronte dei 9 attuali.

Un intervento che interesserà oltre 300mila unità immobiliari sul territorio con la posa di 850 km di cavi in fibra ottica che serviranno a collegare circa 1000 “armadi stradali” alle rispettive centrali permettendo una connessione fino a 100 megabit/S per famiglie e imprese.

“Le infrastrutture tecnologiche e i materiali digitali – ha sottolineato il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti – sono ormai importanti come quelle viarie o ferroviarie. Avevamo promesso di risolvere il problema della copertura telefonica nelle gallerie delle nostre autostrade, oggi viene mantenuta quella promessa con piano di investimenti serio, rapido e efficace”

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.