Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Smog, a Genova schizza l’ozono: sforamenti all’Acquasola e a Pegli

Più informazioni su

Genova. Le centraline della Città metropolitana di Genova per il rilevamento dell’inquinamento atmosferico hanno registrato anche ieri, sabato 28 maggio, dopo il primo caso di venerdì, superamenti della ‘soglia di informazione alla popolazione’ della concentrazione di ozono in atmosfera, pari a 180 microgrammi per metro cubo di aria.

Il valore massimo dell’inquinante, 197, è stato rilevato all’Acquasola fra le 15 e le 16, mentre fra le 14 e le 15 nella stessa postazione si erano registrati 192 microgrammi, e 181 alla stessa ora sulle alture di Genova Pegli.

Sia la Città Metropolitana che il Comune di Genova, quindi consigliano di limitare l’esposizione all’aria aperta a bambini, anziani e persone con problemi repiratori e raccomandano di usare il meno possibile i mezzi privati.

Ozono sotto la soglia di legge invece in tutte le altre postazioni di rilevamento, sia nel capoluogo che nel resto del territorio metropolitano, e valori inferiori ai limiti di legge in tutte le centraline per le concentrazioni in atmosfera degli altri agenti inquinanti: monossido di carbonio, biossido d’azoto, diossido di zolfo e polveri sottili.

Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare prevede tuttavia per oggi, domenica 29 maggio, condizioni sfavorevoli al ristagno di inquinanti nei bassi strati atmosferici.