Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie C1: gli Amatori Genova si assicurano la salvezza risultati

Riscattata la sconfitta dell'andata contro l'Ivrea

Sant’Olcese. Partita fondamentale quella che gli Amatori Genova hanno disputato all’Oval Stadium di Sant’Olcese contro l’Ivrea, davanti ad un folto pubblico, in quanto avevano l’occasione di conquistare la matematica salvezza e nel contempo dimostrare agli eporediesi che la squadra che gli aveva fatto visita due mesi fa non era che una pessima controfigura di quella reale.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: chiara ed indiscutibile quanto la superiorità dimostrata dai genovesi nel gioco aperto, fase nella quale in questo girone di passaggio non hanno avuto rivali. Concentrati e determinati hanno affrontato e contrastato efficacemente l’avversario anche con la mischia, hanno vinto le loro touche e con precisi calci di spostamento lo hanno sempre costretto a ripartire sempre trenta-quaranta metri indietro. Tutti i giocatori si sono espressi ad un buon livello ma su tutti hanno primeggiato Della Valle in prima linea, Tchouta che ha costantemente conquistato la linea del vantaggio e Falchi molto bravo negli inserimenti ed autore di due mete.

Buon inizio degli Amatori che costringono gli ospiti nei loro ventidue ma per ben tre volte non riescono a schiacciare la palla in meta; sembra una partita stregata ma ci pensa Falchi al 10° a rompere l’equilibrio inserendosi alla perfezione tra trequarti ed ala, ripetendosi dopo appena un minuto con un azione fotocopia: Marcellino non trasforma nessuna delle due trasformazioni ed il punteggio si fissa sul 10 a 0.

I piemontesi sono scossi ma gli Amatori falliscono il colpo del ko e allora con coraggio cercano di riaprire l’incontro. Al 19° sbagliano un calcio ma al 23° riescono nel colpo grosso al termine di una rolling-maul; anche per loro non c’è la trasformazione: siamo sul 10 a 5 ma sarà questa una delle rare apparizioni nella nostra zona rossa. La segnatura subita non scuote i padroni di casa che riprendono a macinare un gioco arioso e spettacolare che diverte gli spettatori. I frutti di tanto lavoro svolto si concretizzano allo scadere del tempo quando David Marshallsay, liberato sull’out di sinistra, realizza la terza meta non trasformata: 15 a 5 e tutti sotto la gradinata ad ascoltare le indicazioni dello squalificato Paul.

Ma la squadra genovese c’è ed alla ripresa riparte alla ricerca della quarta meta e del punto di bonus. E’ un forcing costante, i piemontesi non possono che cercare di contenere una serie di attacchi che dopo alcuni tentativi trova la sua finalizzazione con un “carretto” che porta in meta Simone Viancini per il 20-5, al 13°.

Messo al sicuro il risultato vengono effettuati i primi cambi: Girardini rileva Barioglio, Pidalà da il cambio a Di Nardo e Canale entra per Falchi. Ma la musica non cambia, gli Amatori tengono saldamente le redini dell’incontro lasciando solo alcune sporadiche iniziative all’Ivrea che trova comunque il modo di sfiorare la meta con un paio di volate sull’ala destra sventate in extremis a pochi metri dalla meta.

Scampato il pericolo i blaugrana riprendono a macinare gioco e si portano rapidamente a ridosso della zona rossa avversaria. Una serie di punti di incontro con palle messe velocemente a disposizione del mediano seguiti da rapide aperture al largo disorientano l’avversario che al 33° capitola per la quinta volta per merito di Giovenco; questa volta Marcellino non può sbagliare ed è 27-5.

Meritata passerella per tutta la panchina: Giovanni Rattazzi rileva il fratello Francesco, Gargiulo entra per David Marshallsay, Giacobbe per Panetta e Caruso per Viancini. La partita sembra non aver più nulla da dire, l’Ivrea si è ormai arreso ed al 39° Canale fissa il risultato finale sul 32-5 su una rapida ripartenza da mischia chiusa che lo vede planare solitario in meta.

Alla fine dell’incontro la gioia e l’esultanza contagiano in maniera irrefrenabile giocatori, allenatore, dirigenti e pubblico: la certezza di poter disputare anche il prossimo anno la Serie C1 con una giornata di anticipo è una grande conquista per la società che ha creduto in questo progetto triennale portato avanti in simbiosi con il Cus Genova.

La squadra creata dal nulla da Paul Marshallsay ai primi di settembre con due gruppi di giocatori che nulla conoscevano di gioco e schemi altrui, è cresciuta rapidamente e costantemente sotto gli occhi di tutti guadagnandosi sul campo l’ammirazione ed il rispetto degli avversari. A questo punto sarà d’obbligo riconfermarsi nella prossima stagione puntando alla partecipazione al girone promozione.

La formazione degli Amatori Genova: 15 Falchi A., 14 Rattazzi F., 13 Colloca T., 12 Filippone R., 11 Marshallsay D., 10 Marcellino T., 9 Giovenco M., 8 Palomba D., 7 Di Nardo R., 6 Barioglio L., 5 Viancini S., 4 Tchouta Y., 3 Mazzarello A., 2 Della Valle M., 1 Panetta A.; 16 Pidalà G., 18 Giacobbe E., 19 Caruso S., 20 Gargiulo M., 21 Rattazzi G., 22 Canale M., 23 Girardini F.; all. Rebora F.