Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A2: ultimo turno decisivo per le sorti di Chiavari e Albaro Nervi risultati

Giornata da 3 punti per Quinto, Camogli, Crocera Stadium e Lavagna

Genova. E’ già tutto deciso in chiave playoff e nella penultima giornata si è giocato soprattutto per onorare le partite. Le prime quattro vincono tutte: Quinto, Camogli, Torino e Lavagna allungano sul gruppo delle inseguitrici.

In fondo alla classifica Chiavari e Wasken Boys sono ancora in corsa per evitare i playout e salvarsi in anticipo, con i liguri avanti di 3 punti. Albaro Nervi e Bergamo lottano per evitare la retrocessione diretta in Serie B: i genovesi hanno 2 lunghezze di vantaggio sui lombardi.

Di seguito brevi cronache e tabellini degli incontri che hanno visto protagoniste le squadre di Genova e provincia.

Il Quinto, che ha da tempo raggiunto la qualificazione alla fase dei playoff con il primo posto, regola con il minimo scarto il Chiavari che spera ancora di avitare i playout. Gli ospiti fanno loro il primo parziale con due gol di Marciano; il Quinto li supera con il 3-0 del secondo tempo (Palmieri e doppio Bittarello). Nel terzo tempo Chiavari con il gol di Ferrari pareggia i conti e rimanda tutto all’ultimo periodo. Ancora botta e risposta fino alla doppietta decisiva di Palmieri (da 4-5 a 6-5 in poco più di un minuto) che regala la vittoria ai padroni di casa,

Sporting Club Quinto – Chiavari Nuoto 6-5
(Parziali: 0-2, 3-0, 0-1, 3-2)
Sporting Club Quinto: Accardo, Prian, Brambilla Di Civesio, Luccianti, Turbati, Villa, Bogdanovic, Palmieri 3, Sgherri, Bittarello 3, Spigno, Amelio, Azzarini. All. Paganuzzi.
Chiavari Nuoto: Cavo, Ferrari 1, Ghio, Mangiante 1, Oliva, Barrile, Marciano 2, Giambruno, Raineri 1, Lertora, Rolla, Castagnola, Vaccarezza. All. Dinu.
Arbitri: Camoglio e Collantoni.
Note. Usciti per limite di falli nel quarto tempo Turbati a 1’48” e Barrile a 5’08”. Superiorità numeriche: Quinto 2 su 10, Chiavari 1 su 7.

La Spazio Camogli vince contro il Club Waken Boys e consolida la seconda posizione. Partita a senso unico: bianconeri in vantaggio dopo appena 13″ dal fischio d’inizio con Beggiato; Iaci e Cuneo incrementano il distacco. I padroni di casa si portano più volte a meno uno dagli ospiti (2-3, 3-4, 5-6) ma non trovano lo spazio per il pari. Il Camogli allunga e chiude definitivamente nell ultimo tempo con Cocchiere e Iaci che fissano il risultato. Ora l’unica speranza del Club Wasken Boys di non passare per i playout è vincere nell’ultima giornata con il Padova, in contemporanea ad una sconfitta del Chiavari con il Bergamo; in tal caso le due squadre si ritroverebbero a 21 punti, ma il Wasken sarebbe quartultimo per differenza reti negli scontri diretti.

Club Wasken Boys – Rari Nantes Camogli 5-8
(Parziali: 1-3, 2-1, 1-2, 1-2)
Club Wasken Boys: Ruggieri, Pellegri, Borsatti, Legrenzi 1, Pederzoli, Zucchelli, Tortelli 2, Damonte, Boccali, Manfredi, Turelli, Manzone 2, Regonesi. All. Vanazzi.
Rari Nantes Camogli: Gardella, Beggiato 2, Iaci 2, Antonucci, Federici, Celli, Guenna, Solari, Cocchiere 2, Pino 1, Licata, Cuneo 1, Caliogna. All. Ginocchio.
Arbitri: Baretta e Bianco.
Note. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Wasken Boys 2 su 8; Camogli 2 su 6.

Il Lavagna vince e conferma la sua partecipazione ai playoff. Risultato in parità fino al quinto minuto del terzo tempo (3-3) con nessuna delle due squadre che riesce a prevalere sull’altra. Sblocca Cotella del Lavagna a 6’41” del terzo, poi gli ospiti segnano un break di cinque gol nell’arco di sette minuti allungando fino all’8-3. L’ultima rete della partita la realizza Briganti dell’Albaro Nervi a 30″ dalla fine.

Albaro Nervi – Lavagna 90 4-8
(Parziali: 1-1, 1-2, 1-1, 1-4)
Albaro Nervi: Fongi, Priolo, Moncagatta, Ottazzi, Fil. Bogliolo, Vallarino 1, Giusti, Tortora 1, Loomis 1, Fed. Anesini, Vezil, Caliogna, Briganti 1. All. Dorigo.
Lavagna 90: Graffigna, Cotella 2, Congiu 1, Luce, Giusti, Cimarosti 1, Bassani, Westermann 1, Cotella, Martini 1, Magistrini, Parisi 1, Casazza 1. All. Risso.
Arbitri: Carmignani e Dalessio.
Note. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Albaro Nervi 0 su 4 più 1 rigore segnato, Lavagna 2 su 5.

Partita combattuta dall’inizio alla fine quella tra Crocera Stadium e Plebiscito Padova. Sono gli ospiti per primi a tentare l’allungo con Gottardo e Savio (tripletta personale), che firma il 3-5. I padroni di casa rispondono piazzando un controbreak di 4 a 0 che permette loro di andare in vantaggio di due lunghezze: Condemi realizza il 7-5 ad inizio del terzo parziale. Il Plebiscito rimane sempre aggrappato al match e con Savio, sfruttando una superiorità numerica, fa 10-10 a due minuti dal termine dell’incontro. Passano 70 secondi e il rigore trasformato da Bosso vale la vittoria ligure e spegne le speranze di rimonta di Padova. I 46 secondi finali trascorrono senza sussulti.

Crocera Stadium – Plebiscito Padova 11-10
(Parziali: 2-3, 4-2, 2-1, 3-4)
Crocera Stadium: Gianoglio, Elefante 1, Bavassano, Lo Basso, Dellepiane 1, Ferraris, Siri 1, Bosso 3, L. Fulcheris 3, Parodi, Bianchetti 2, Michieletto, A. Fulcheris. All. Campanini.
Plebiscito Padova: Destro, Segala, Chiriatti 1, Prete, Savio 3, Barbato, Gottardo 1, Maras 2, Zanovello 3, Spessato, Robusto, Lagonigro, Tomasella. All. Fasano.
Arbitri: Alfi e Bonavita.
Note. Uscito per limite di falli Siri nel quarto tempo (28’32”). Espulsi Michieletto nel primo tempo (6’47”) per proteste, Campanini nel terzo tempo per proteste, Ferraris e Zanovello nel quarto tempo (29”11) per reciproche scorrettezze. Superiorità numeriche: Crocera 8 su 13 più 1 rigore segnato e Padova 4 su 13 più 1 rigore segnato.