Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A2: Quinto piega Lavagna e si assicura il primo posto finale risultati

Il Camogli cede al Torino 81, ma è ancora secondo

Genova. Il Quinto consolida il primato nel girone Nord, battendo il Lavagna al termine di un derby molto combattuto. I biancorossi sono matematicamente vincitori della stagione regolare.

Alle spalle della capolista frena il Camogli, sconfitto in casa dal Torino 81 che, con questo successo, sale al terzo posto in classifica. Nella zona calda il Chiavari supera il Wasken Boys, conquistando 3 punti che potrebbero risultare determinanti per la salvezza diretta, mentre per i lombardi si avvicina lo spauracchio dei playout. Diventa pericolante la situazione dell’Albaro Nervi: i liguri perdono contro il Plebiscito Padova e adesso devono guardarsi le spalle dalla Pharmitalia Bergamo che piega il President Bologna, riaprendo il discorso per la retrocessione diretta in Serie B.

Lo scontro di vertice va alla capolista Quinto che batte 6-5 il Lavagna. Lo strappo dei padroni di casa arriva tra il primo ed il secondo tempo con le reti di Bogdanovic e Boero per il 3-1 di metà gara. Gli uomini di Paganuzzi raggiungono nella terza frazione il massimo vantaggio (6-2) con la doppietta di Bianchi e il sigillo di Francesco Brambilla di Civesio. Congiu sigla il 6-3 che porta le squadre agli ultimi otto minuti. Il quarto periodo si apre con l’uno-due degli ospiti che con i gol di Martini e Congiu si portano in scia del Quinto, che nei restanti sei minuti di gioco riesce a mantenere la porta di Scanu inviolata.

Sporting Club Quinto – Lavagna 90 6-5
Sporting Club Quinto: Scanu, Prian, Brambilla 1, Luccianti, Turbati, Bianchi 2, Bogdanovic 1, Palmieri 1, Boero 1, Bittarello, Spigno, Amelio, Greco. All. Paganuzzi.
Lavagna 90: Graffigna, Cotella G., Congiu 2, Pedroni 1, Magistrini, Cimarosti, Bassani, Westermann, Cotella F., Martini 1, Governari , Parisi 1, Casazza. All. Risso.
Arbitri: Bensaia e Rovida.
Note. Parziali 2-1, 1-0, 3-2, 0-2. Espulso Risso nel terzo tempo. Usciti per limite di falli Boero e Congiu nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Quinto 1 su 9 più 1 rigore segnato, Lavagna 1 su 9.

Tre punti fondamentali per il Torino 81 ai fini dei playoff; si porta in terza posizione con 41 punti, subito alle spalle del Camogli, approfittando del passo falso del Lavagna. Due gol di Iaci consentono alla RN Camogli di chiudere il primo quarto in vantaggio per 2-1. Nel Secondo tempo il Torino rimonta sul 3-3. Perfetto equilibrio anche nel terzo tempo: a un gol di Cuneo rispondono Presciutti e Seinera, ripresi da Pino per il 5-5 che porta al quarto tempo. Gli uomini di Aversa allungano con una doppietta di Vuksanovic; Guenna riduce lo svantaggio, ma Seinera chiude definitivamente la partita a circa due minuti dalla fine. Miglior marcatore dell’incontro Vuksanovic con quattro reti; doppiette per Seinera, Cuneo e Iaci

Rari Nantes Camogli – Torino 81 6-8
Rari Nantes Camogli: Gardella, Beggiato, Iaci 2, Antonucci, Federici, Solari, Guenna 1, Gatti, Cocchiere 1, Pino, Licata, Cuneo 2, Caliogna. All. Magalotti.
Torino 81: Rolle, Mantero, Cranco, Azzi, Maffè 1, Oggero, Seinera 2, Vuksanovic 4, Lauria, Loiacono, Aldi, Giuliano, Presciutti 1. All. Aversa.
Arbitri: Bianchi e Chimenti.
Note. Parziali 2-1, 1-2, 2-2, 1-3. Espulso per comportamento antisportivo Azzi nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Camogli 2 su 9, Torino 81 4 su 12. Usciti per limite di falli Iaci nel terzo tempo e Giuliano nel quarto.

Ad Imperia prima frazione all’insegna dell’equilibrio con gli ospiti avanti 2-1. Nel secondo tempo strappo decisivo dei locali che superano per quattro volte consecutive l’estremo difensore del Crocera: doppietta di Somà, una rete a testa per Ramone e Ferrari. Si arriva all’intervallo lungo sul 6-3. Le emozioni del match finiscono sostanzialmente qui: nel terzo tempo non si segna e nel quarto tempo vanno in gol Fulcheris per ospiti e Corio per la formazione di Pisano.

Rari Nantes Imperia – Crocera Stadium 7-4
Rari Nantes Imperia: Conti, Ramone 1, Grosso, Rocchi, Gazzano, Durante, Ferrari 1, Corio 2, Novara G., Somà 2, Rocchi 1, Novara E., Ravoncoli. All. Pisano.
Crocera Stadium: Foroni, Lo Faro, Elefante 1, Bavassano, Lo Basso, Raule, Ferraris, Siri, Bosso, Fulcheris L. 1, Parodi, Bianchetti, Michieletto 1, Fulcheris A. 1. All. Campini.
Arbitri: Piano e Ruscica.
Note. Parziali 1-2, 5-1, 0-0, 1-1. Prima dell’inizio minuto di raccoglimento in memoria dell’ex arbitro Giuseppe Pizzorno. Espulso per proteste Campini nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Imperia 2 su 7 più 1 rigore segnato, Crocera 3 su 13.

Il Chiavari ferma il Wasken Boys e mette in cascina 3 punti, forse fondamentali, in chiave salvezza diretta. La posta in palio è importante e l’inizio del match ne risente: si segna poco, 1-1 alla fine della prima frazione e 2-2 a metà gara. Non cambia la musica nella terza frazione. Un gol di Mangiante consente alla squadra di Dinu (squalificato) di andare sul 4-3. L’ultimo quarto si apre con la rete del 4-4 di Tortelli. Il match sembra indirizzato sui binari dell’equilibrio ma i liguri allungano con Raineri e una doppietta di Barrile per il 7-4 che vuol dire vittoria e ossigeno a tre giornate dal termine della regular season.

Chiavari Nuoto – Club Wasken Boys 7-4
Chiavari Nuoto: Cavo, Ferrari, Ghio, Mangiante 1, Oliva 1, Barrile 2, Marciano, Giambruno, Raineri 1, Lertora, Rolla 2, Castagnola, Vaccarezza.
Club Wasken Boys: Ruggieri, Pellegri, Calarco, Legrenzi, Pederzoli, Zucchelli, Tortelli G. 2, Damonte, Boccali, Manfredi, Turelli, Manzone M. 2, Regonesi. All. Crimi.
Arbitri: Del Bosco e Riccitelli.
Note. Parziali 1-1, 1-1, 2-1, 3-1. Uscito per limite di falli Rolli nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Chiavari 1 su 5 più 1 rigore segnato, Club Wasken Boys 2 su 11.

Vince il Plebiscito Padova una partita bella e combattuta ma che per le due squadre mette poco in palio; impossibile per l’Albaro Nervi uscire da quella playout. I liguri sbloccano il risultato con una rete di Priolo. La risposta del Plebiscito è veemente: i veneti vanno a segno quattro volte consecutive con una doppietta di Barbato e un gol a testa di Zanovello e Gottardo. Vallarino sigla il 4-2 con cui termina il primo parziale. Nel secondo quarto i padroni di casa si portano avanti con due reti di Priolo e una di Vallarino ma i patavini raggiungono il 5-5 di metà gara con Zanovello. Conte riporta in vantaggio gli ospiti in apertura di terza frazione; Loomis e Giusti firmano il 7-6 con cui la formazione di Dorigo si presenta ad inizio di quarto periodo. Negli ultimi otto minuti il Plebiscito produce lo strappo decisivo con le reti del 7-9 di Savio, Barbato e Conte. Giusti prova a ridare ossigeno alla squadra in calottina bianca ma 8-9 sarà il risultato finale.

Albaro Nervi – Plebiscito Padova 8-9
Albaro Nervi: Vio, Priolo 3, Moncagatta, Vallarino 2, Giusti 2, Tortora, Loomis 1, Anesini Fed., Vezil, Caliogna, Briganti. All. Dorigo.
Plebiscito Padova: Destro, Segala, Chiriatti, Prete, Savio 1, Barbato 3, Gottardo 1, Maras, Zanovello 2, Conte 2, Robusto, Lagonigro, Tomasella. All. Fasano.
Arbitri: Braghini e Romolini.
Note. Parziali 2-4, 3-1, 2-1, 1-3. Espulsi per reciproche scorrettezze Priolo e Savio nel secondo tempo. Superiorità numeriche: Albaro Nervi 3/ su 9 più 1 rigore segnato, Padova 1 su 5 più 2 rigori falliti. Uscito per limite di falli Vallarino nel terzo tempo.