Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A, playoff: Pro Recco in corsa per la finale

A Colorno gli Squali vengono battuti per 15 a 5

Recco. Una Tossini Pro Recco Rugby solida e concentrata va vicina al colpaccio a Colorno, perdendo la semifinale di andata per 15-5, dopo essere rimasta in vantaggio per 5-3 per più di metà incontro. I biancocelesti possono rammaricarsi di non essere riusciti a conquistare almeno il punto di bonus ma, rispetto alle previsioni della vigilia, che davano i colornesi ampiamente più forti dei recchelini, uno 0-4 con 10 punti di gap è una base difficile ma non impossibile da cui ripartire in chiave partita di ritorno, da giocare tra le mura amiche del “Carlo Androne” domenica prossima.

Nel bellissimo impianto di Colorno, lo stadio “Paolo Pavesi”, le due squadre si sono affrontate con determinazione, certamente un po’ segnate dalla tensione per l’importanza dell’incontro ma in ogni caso consapevoli di essersi meritate l’appuntamento e decise a giocarselo. Particolarmente influenzati dalla tensione sono stati certamente i calciatori di entrambe le compagini, che hanno fatto segnare statistiche che non gli sono proprie: 0 su 3 per Agniel, 2 su 6 per Eade e anche uno 0 su 1 per Gaggero.

Parte forte il Colorno che, al 1°, si porta sul 3-0. Recco però non sta a guardare, si porta in attacco e ci rimane con insistenza, schiacciando i locali nei loro ventidue metri e sfiorando prima la meta con Bisso, che viene tenuto alto e poi, al 12°, segnando sulla bandiera con Gaggero: Agniel non trasforma.

Il primo tempo prosegue con intensa lotta, equilibrio, qualche fallo di troppo ed errori dei calciatori (Eade al 16° e al 30°, Agniel al 25° e al 34°, Gaggero al 39°) e si chiude sul 3-5.

La ripresa ricomincia con lo stesso equilibrio ma tra i biancocelesti inizia a farsi sentire la mancanza di Cacciagrano, uscito per infortunio al 27° del primo tempo (da valutare in settimana le sue condizioni), il pacchetto di mischia inizia a faticare e Colorno, da rolling maul, va in meta con Barbieri, Eade trasforma e fa 10-5. Il neozelandese sbaglia un altro calcio di punizione al 19° e il punteggio non si muove. Continua l’equilibrio, i padroni di casa guadagnano diversi calci in mischia ma non concretizzano, Recco lotta e riconquista palloni ma non riesce a fare punti e, al 32°, arriva la seconda marcatura biancorossa, con Magri che segna imbeccato da una bella giocata del man of the match Slawitz; la trasformazione non entra e la partita si chiude sul 15-5.

Si sono affrontate due ottime squadre, che hanno dimostrato di essersi meritatamente guadagnate l’accesso ai playoff (per il secondo anno consecutivo i colornesi, il quarto per i recchelini) e di essere anche due fucine di giovani di qualità: in campo ieri un’età media attorno ai 25 anni con, tra i ventitré giocatori convocati da ciascuna squadra, ben sei nati nella seconda metà degli anni ’90 per il Recco ed altrettanti per il Colorno. Il più giovane in campo è stato Leonardo Quintieri, centro biancoceleste classe 1998. Nella Pro Recco, insieme a lui, quattro ragazzi del 1997 e uno del 1996, mentre per Colorno tre 1995, due 1996 e un 1997. Cinque i ragazzi classe 1994, uno tra gli ospiti e quattro tra le fila dei padroni di casa.

Il tabellino:
HBS Colorno – Tossini Pro Recco 15-5 (p.t. 3-5)
HBS Colorno: Bronzini (s.t. 21° Magri), Slawitz, Castagnoli, Paletta (s.t. 13° Terzi), Balocchi, Eade, Boccarossa (s.t. 26° Ceresini), Scalvi, M. Modoni, A. Barbieri, Contini, Da Lisca, Sito (s.t. 36° Brandolini), Baruffaldi (s.t. 26° Buondonno), Copetti (s.t. 33° Goegan). All. Mordacci.
Tossini Pro Recco: Gaggero (s.t. 33° D’Agostini), Neri, Tassara, Quintieri, Bisso, Agniel, Villagra, Cacciagrano (p.t. 27° Rosa), Regestro, Ciotoli, Metaliaj, Mastrolorenzo, Corbetta (s.t. 30° Massone), Noto (s.t. 15° Avignone), Bedocchi. All. Villagra.
Arbitro: Passacantando (L’Aquila). Assistenti: Boaretto (Frassinelle Polesine) e Cusano (Vicenza). Quarto uomo: Lorenzetto (Treviso).
Marcature: p.t. 1° cp Eade (3-0), 12° m Gaggero (3-5); s.t. 7° m Barbieri tr Eade (10-5), 32° m Magri (15-5).
Cartellini gialli: s.t. 36° D’Agostini (R).

Nell’altra semifinale, il Reggio ha battuto a Roma la Capitolina con il punteggio di 27-23 (5-1), faticando più del previsto ad avere ragione degli avversari ma conquistando il bonus fuori casa. Le partite di ritorno si giocheranno a Recco e a Reggio nell’Emilia domenica 15 maggio.