Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rigori ancora decisivi: il Bogliasco Bene è terzo

Il Rapallo si deve accontentare della quarta posizione

Bogliasco. Bogliasco Bene sul podio, per la seconda volta in questa stagione: dopo la vittoria della Coppa Italia arriva il terzo posto in Serie A1 che vale, per il prossimo anno, l’avventura in Europa. Il Rapallo si ferma ai piedi del podio.

Finisce 14 a 13 per le biancoazzurre il derby ligure che si è disputato nel primo pomeriggio alla “Cappuccini” di Messina, teatro della final six per lo scudetto. Decisivi ancora una volta i tiri di rigore che permettono alle bogliaschine di confermare la terza posizione ottenuta nella stagione regolare.

Per il Rapallo, nonostante un po’ di rammarico per la medaglia di bronzo sfiorata, il quarto posto conclusivo è motivo di grande soddisfazione, un passo in avanti rispetto alla passata stagione di un gruppo cresciuto molto dopo la svolta di due anni fa che ha visto la società puntare prevalentemente sulle giovani attorno a un nucleo di giocatrici più esperte.

Il primo tempo, così come il resto della partita, rispecchia l’equilibrio che di consueto caratterizza le sfide tra le due formazioni liguri: il parziale si chiude sul 4-4. Per il Rapallo segnano Avegno (tripletta, un gol su rigore) e Cotti; il Bogliasco va a bersaglio con Dufour (anche per lei tripletta, di cui una rete dai cinque metri) e Rambaldi.

Secondo tempo e via al botta e risposta: passa avanti il Rapallo dopo un minuto e mezzo di gioco ancora con l’azzurra Cotti, rispondono le biancoazzurre due minuti dopo con una scatenata Dufour. Si va al cambio campo senza ulteriori variazioni sul tabellone.

Terzo tempo, continuano i capovolgimenti di fronte: Bogliasco avanti per due volte con Dufour e Frassinetti su rigore, replicano le gialloblù con doppietta di Carolina Ioannou. Ancora rigore per il Bogliasco a 5’55”, tira Viacava e supera Lavi, 8-7. Ci pensa Aleksandra Cotti a riportare il risultato in parità a 30 secondi da fine tempo: gol in superiorità ed è 8-8. Diventa decisiva l’ultima frazione di gioco di un match combattuto e avvincente.

Quarto tempo, ancora Cotti, per il +1 del Rapallo. Le bogliaschine non ci stanno e si riportano nuovamente in parità grazie alla ex gialloblù Maggi. A 5’41”, nelle mani della giovane Silvia Avegno il pallone del sorpasso che fa sperare le rapallesi: è 9-10, ma dura per poco, perché a 24 secondi dalla fine Dufour trasforma la sesta rete personale nel match e fa profilare lo scenario dei rigori.

Inizia il Rapallo ed ecco la sequenza: Sessarego gol, Dufour gol, Zanetta gol, Boero parata, Ioannou parata, Viacava gol, Avegno parata, Frassinetti gol, Cotti gol, Rogondino gol. Bogliasco terzo, Rapallo ai piedi del podio.

“Sono contento, abbiamo centrato l’obiettivo del terzo posto, ci siamo riusciti, progrediamo – dichiara Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco -. E’ stata una bella partita con errori da entrambe le parte e ha ribadito la parità tra le due squadre. Forse il gol del pareggio finale gli ha spezzato le gambe, forse siamo state più lucide in quella ultima parte. Le ragazze se lo meritano, hanno lavorato per tutto l’anno: gli obiettivi erano questi e sono stati centrati Coppa Italia e terzo posto in campionato, ora andiamo avanti a lavorare. A cominciare da mercoledì prossimo, partita Under 17. Le ragazze, qualcuna andrà in ferie altre continueranno a lavorare. Dedico la medaglia a tutti dal presidente ai dirigenti che ci hanno messo in condizione di poter lavorare in questo modo, a tutti i ragazzi che hanno lavorato con noi e hanno creduto in questa vittoria, agli allenatori, a tutta la famiglia del Bogliasco. Ma la dedica e il ringraziamento più grande va alle ragazze per il lavoro che hanno fatto e perché mi hanno sopportato”.

“Purtroppo la fortuna non ci ha assistiti fino all’ultimo in questo campionato, caratterizzato fin dall’inizio da infortuni che hanno condizionato il nostro cammino inclusa la final six e chiuso con la lotteria dei rigori – commenta Luca Antonucci, tecnico del Rapallo –. Non ho nulla da recriminare alle ragazze, sia ieri che oggi la squadra ha provato in tutti i modi a vincere e ha ben figurato, l’obiettivo stagionale era raggiungere la final six scudetto ma non posso nascondere che ora ci sia un po’ di rammarico, potevamo giocarci qualcosa di più anche se abbiamo migliorato la posizione finale dello scorso anno e questo è importante. Oggi non ho condiviso diverse scelte arbitrali, malgrado questo abbiamo giocato una buona partita, peccato per quella disattenzione finale che ha portato al pareggio di Dufour a venti secondi dalla fine. Dispiace essersi giocati ai rigori l’ingresso in Europa ma lo sport è anche questo”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Rapallo Pallanuoto 14-13
(Parziali: 4-4, 1-1, 3-3, 2-2)
Bogliasco Bene: Falconi, Viacava 1, Gualdi, Dufour 6, Trucco, Millo, Maggi 1, Rogondino, Boero, Rambaldi Guidasci 1, Cocchiere, Frassinetti 1, Casareto. All. Sinatra.
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta, Casanova, Avegno 4, Sessarego, Antonucci, Tankeeva, S. Criscuolo, Arbus, C. Criscuolo, Cotti 4, Ioannou 2, Maiorino. All. Antonucci.
Arbitri: Petronilli e Calabrò.
Note. Ammonito per proteste Sinatra secondo tempo. Uscite per tre falli: S. Criscuolo nel terzo tempo e Rambaldi Guidasci nel quarto. Superiorità numeriche: Bogliasco 0 su 4 più 4 rigori segnati, Rapallo 4 su 8 più 1 rigore segnato.