Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Punta la pistola contro il futuro coinquilino e lo deruba: genovese arrestato per estorsione

Ha subito minaccia ed è stato derubato da chi doveva affittargli la stanza a Voltri

Più informazioni su

Genova. Martedì scorso aveva risposto ad un annuncio per una camera in affitto in zona Voltri e, dopo aver visionato l’appartamento, ha portato tutti i suoi effetti personali deciso a trasferirvisi. Ma già il giorno seguente l’uomo, un 35enne palermitano a Genova in cerca di lavoro, ha avuto un diverbio per futili motivi con il locatore e coinquilino che, a scopo intimidatorio, gli ha mostrato una pistola puntandogliela al fianco.

Il palermitano molto spaventato ha atteso qualche ora per poi comunicare l’intenzione di lasciare la stanza al più presto. La sera stessa, mentre si accingeva a raccogliere le sue cose gli si è nuovamente parato di fronte il genovese che lo ha esortato a lasciare nell’appartamento i suoi oggetti di valore, tra cui un computer portatile, una chitarra acustica e una playstation.

Il 35enne, ancora intimorito, ha fatto come gli è stato detto e ha caricato il resto sull’auto. Prima di partire è salito a bordo anche il genovese che si è fatto portare fino al centro storico sempre continuando a intimidirlo con velate minacce. Una volta rimasto solo, in preda all’agitazione, la vittima ha iniziato a guidare in modo irregolare attirando l’attenzione di due agenti di Polizia liberi dal servizio che l’hanno subito fermato qualificandosi.

L’uomo, sentendosi finalmente al sicuro, ha raccontato quanto avvenuto e ha condotto gli operatori delle volanti nell’appartamento dove sono stati rinvenuti i suoi effetti ed è stata sequestrata una pistola a salve modello revolver priva di cartucce.

Nel frattempo, grazie alle minuziose ricerche delle altre volanti in servizio, il malvivente è stato rintracciato nel centro cittadino, arrestato per estorsione aggravata e condotto al carcere di Marassi.