Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pro Recco contro Colorno, Diego Galli: “Svantaggio recuperabile, partita tutta da giocare”

Appuntamento al "Carlo Androne" alle ore 15,30 di domenica

Recco. Mancano un paio di giorni alla partita di ritorno della semifinale del campionato di Serie A 2015/2016, che vedrà la Tossini Pro Recco Rugby in campo al “Carlo Androne” per tentare di ribaltare il 15-5 (4-0) subito a Colorno nella gara di andata. Fischio d’inizio alle ore 15,30 di domenica 15 maggio.

A parlare dell’incontro della settimana scorsa è Diego Galli, coach della mischia biancoceleste e, fino ad un paio di stagioni fa, pilone e pilastro della stessa.

Ci siamo guardati con attenzione il video della partita di Colorno e la cosa che salta di più all’occhio è la grande tensione di molti dei ragazzi in campo – spiega -, che è normale in una semifinale, soprattutto pensando che per diversi di loro questa è la prima volta ai playoff ed alcuni sono anche molto giovani. Questo ha fatto sì che non siamo riusciti a portare avanti la partita come avevamo pianificato e preparato, tra qualche imprecisione di troppo e diverse fasi dell’incontro che potevamo sicuramente gestire meglio. Colorno ha saputo adattarsi meglio alle diverse modalità e situazioni che via via si creavano in campo, soprattutto in mischia chiusa, e così ha portato a casa la partita”.

Ora ci si affaccia alla gara di ritorno, ed è lo stesso Galli a farne una perfetta fotografia. “Partiamo da una sconfitta e lo sappiamo bene, ma sappiamo anche che lo svantaggio è recuperabile e che la partita sarà tutta da giocare – afferma -. Io e tutto lo staff tecnico stiamo cercando di impegnarci, oltre che dal punto di vista tecnico e tattico, anche per far calare un po’ la pressione sui ragazzi, perché è vero che una volta che hai raggiunto le semifinali non puoi e non devi fare altro che cercare di superarle, ma non dobbiamo dimenticare che questa squadra sulla carta quest’anno avrebbe dovuto essere lontana anni luce da questo traguardo e quindi la cosa migliore da fare è cercare di giocare tranquilli, facendo al meglio quello che sappiamo fare, con tutta la nostra determinazione ma senza farci ingabbiare dalla tensione. Questi playoff sono molto istruttivi e formativi, sia per i giocatori meno esperti che per noi dello staff, che li dobbiamo affrontare e gestire al meglio insieme a loro”.

Galli, da portavoce di tutta la società, non tralascia neanche il pubblico: “Chiediamo a tutti i nostri sostenitori e amici di venire al campo domenica, per fare il tifo per i nostri ragazzi ma anche perché una realtà piccola come la nostra che riesce a raggiungere i playoff promozione per quattro stagioni di seguito, con pochi mezzi, mille problemi, tanta fatica ed un’infinita passione, se lo merita il sostegno del pubblico, un pubblico che noi vorremmo vedere aumentare ogni anno e a tutte le nostre partite, per essere sempre più numerosi a condividere tante emozioni”.

Il campo “Carlo Androne” di Recco, inviolato da 44 partite consecutive, è pronto per accogliere contendenti e pubblico: Tossini Pro Recco e HBS Colorno lotteranno per assicurarsi un posto nella finale del campionato nazionale di Serie A 2015/2016. Arbitrerà Tomò, assistito da Liperini e Belvedere; quarto uomo Antonazzo.

Matematica alla mano, per passare il turno gli Squali devono vincere con qualsiasi punteggio ma con il punto di bonus e senza che lo conquistino gli avversari (5-0) oppure 5-1 o 4-0 ma con più di 10 punti di scarto. In caso di vittoria biancoceleste per 4-1 passerà Colorno, così come, ovviamente, in caso di pareggio o di vittoria degli ospiti con qualsiasi punteggio.

Nella foto (Galli): la gioia di Gaggero in meta a Colorno.