Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Parco Mandela: a Sestri Levante 5 ettari di verde, spazi sportivi e un teatro per 5 mila persone fotogallery

Il parco sarà uno dei più grandi e attrezzati della Liguria

Sestri Levante. “Con l’intervento che presentiamo oggi si definirà finalmente il completamento del parco Mandela,
un’opera attesa da anni, ad attuazione delle varie fasi di riqualificazione urbana delle aree ex FIT – dichiara il Sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio – Sestri Levante si doterà quindi di un grande polmone verde con funzioni di intrattenimento, ludiche, sportive all’aria aperta. Un parco unico nel Tigullio e nel levante ligure per ampiezza e per caratteristiche e che costituirà un punto di riferimento per chi vive il comprensorio, nonché una forte attrattiva per i turisti e una opportunità di sviluppo sostenibile unica per la nostra Regione”.

Il Mandela, infatti, sarà uno dei più grandi parchi liguri, con 5 ettari attrezzati. “Il progetto prevede un grande parco pensato per integrare le proprie attività con il tessuto cittadino, così da costituire non solo un’area verde di grande valore, per migliorare la qualità dell’aria ma soprattutto un motore verde per l’economia della città, destinato a più funzioni: dalle attività ricreative per le famiglie alle attività sportive che valorizzino il tessuto associativo presente con particolare riferimento all’atletica e ai bikers, dal collegamento con il trekking nel meraviglioso scenario della Mandrella e punta Manara alla possibilità di ospitare grandi eventi all’aria aperta. Si tratta di importanti potenzialità che potranno rendere Sestri Levante una delle mete ancora più apprezzate e attrattive per il turismo sportivo in Liguria e non solo”, dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Calabrò.

Il progetto dell’ultima parte del parco Mandela, coinvolge una superficie di circa 15.000 mq, situata tra la delimitazione dell’attuale parco e la collina facente parte del S.I.C. di Punta Manara. L’intervento ha un costo complessivo di 650.000 euro; i lavori avranno la durata di due anni. L’obiettivo è la creazione di un polmone verde di grande pregio, collocato in posizione strategica nel centro di Sestri Levante e che vada a congiungere le aree collinari e il S.I.C. di punta Manara. A seguito del completamento del lotto, l’area parco di Sestri Levante avrà 5 ettari di verde attrezzato per numerose attività, 110 nuovi alberi, un teatro all’aperto capace di ospitare 5.000 persone. Il progetto è pensato per rendere il Mandela un parco urbano per tutti, con spazi polifunzionali che consentano lo sviluppo della vocazione sportiva, ludica e di intrattenimento, per le attività all’aria aperta e per manifestazioni musicali.

Per quanto riguarda lo sport, ci sarà una pista di atletica a 4 corsie di 200 ml, una pista rettilinea a 4 corsie di 100 ml; Un’area per il salto in lungo e triplo; Un’area per il salto in alto; Un’area attrezzata per le attività legate alle mountain bike, con un tracciato permanente dedicato ai più piccoli, un locale tecnico per ospitare depositi, servizi, officina, area bike park. Poi ci sarà il collegamento e la valorizzazione degli spazi dedicati agli Arcieri del Tigullio, una delle eccellenze sportive del territorio, e la partenza dei sentieri punta Manara.

Non solo lo sport all’interno del parco, ma uno spazio da vivere per tutti, con percorsi all’aria aperta, percorsi fitness, aree relax e spazi dedicati ai bambini. Ovviamente non mancherà un ristorante/bar e un’area attrezzata capace di accogliere eventi sino a 5.000 spettatori già provvista delle necessarie autorizzazioni amministrative e di sicurezza. Uno spazio unico nel Tigullio per eventi, concerti e iniziative all’aria aperta.

Il parco rappresenterà un elemento fondamentale per lo sviluppo di Sestri Levante, un baricentro anche dal punto di vista urbanistico: per questa ragione, si amplieranno le aree sosta, che completeranno quelle già ricavate tra via Baden Powell e la ferrovia con nuovi parcheggi cintura per i bus e le auto nell’area ex Pezzi e la previsione di una zona sosta camper attigua al parco quale servizio a una fascia di turismo oggi in forte espansione. A operazione ultimata con il riordino complessivo delle aree avremo a disposizione circa 25 posti camper e 70/80 posti auto in più rispetto alla situazione attuale.