Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Molassana trascinata da una super Tortarolo. Lagaccio ko con Castelfranco risultati

Le pantere superano l'Imolese nello scontro diretto e si avvicinano alle cugine, sconfitte in Toscana, ma comunque autrici di una buona partita

A due giornate dal termine del campionato di Serie B femminile, le due genovesi sono ora quasi appaiate, grazie ai risultati emersi dalla ventesima giornata. Difficile la partita dell’Amicizia Lagaccio che in terra di Toscana era chiamato a un’impresa contro una delle due corazzate del campionato, il Castelfranco. Le ragazze di Napoli in realtà hanno disputato una buona partita, ma non hanno retto il passo diverso delle gialloblù che si sono imposte sulla distanza.

Alla fine il risultato dice 4-1 per le padrone di casa anche se il poker potrebbe trarre in errore coloro i quali non hanno visto la partita. La partenza è forte delle toscane, che al 12° passano con Maltomini. Le lagaccine rialzano subito la testa e dopo un quarto d’ora di gioco all’attacco trovano il pareggio al 30° con Merler. Proprio nel miglior momento delle genovesi, arriva il primo gol di Acuti che poco prima dell’intervallo riporta avanti il Castelfranco. Nella ripresa una svista difensiva delle verdiblù costa il terzo gol che indirizza definitivamente il match. Inutili i tentativi per Del Francia e compagne di tornare in parità. Anzi all’85° Caucci trova la quarta rete al termine di un fulmineo contropiede.

Buona prestazione comunque dell’Amicizia Lagaccio, che ha dovuto chinare la testa di fronte a una squadra effettivamente meglio attrezzata e che si avvia a un duello finale con le cuneesi. Per le genovesi ora, sfumati i tentativi di incrementare la propria posizione in classifica, ora l’obbiettivo principale è quello di mantenere il sesto posto, insidiato dall’Imolese e dalle cugine del Molassana Boero.

Proprio le pantere di Alessandra Berlingheri danno nuovo slancio alla propria stagione vincendo bene contro l’Imolese. L’incontro era di quelli importanti che possono dare spinta al finale di campionato oppure spezzarti le gambe definitivamente. Le romagnole erano infatti davanti alle rossoazzurre di tre punti, ma le pantere oggi avevano una Giulia Tortarolo in forma esaltante che piazza una tripletta, si porta a casa il pallone della gara e regala una bella vittoria alla propria squadra.

Il primo tempo è in controllo del Molassana, anche se le ragazze di Berlingheri non trovano il varco giusto, finché Tortarolo sale in cattedra e piazza il primo gol che manda avanti le pantere che concludono il primo tempo sull’1-0. Nella ripresa l’Imolese rientra in campo più convinta e intenzionata a non rientrare dal capoluogo ligure a bocca asciutta. Infatti presto arriva il pareggio firmato Ceppari.

La partita cambia qui perché le rossoazzurre non si abbattono, anzi si rivitalizzano, contrariamente a quanto accaduto in altre situazioni e chiudono le romagnole nella loro area di rigore. Il gol è nell’aria, Oliviero e Villivà sfiorano due volte il vantaggio, poi Zoppi colpisce il montante. L’Imolese sbanda, ma regge ancora finché ancora Giulia Tortarolo non prende in mano la squadra e in dieci minuti, fra il 25° e il 35° sigla due reti che si riveleranno decisive.

Il doppio vantaggio indirizza chiaramente la partita, il Molassana abbassa i ritmi e l’Imolese pare “accontentarsi”, le genovesi infatti mostrano di avere più gamba, ma al 40° De Blasio, secondo il direttore di gara, tocca la palla con un braccio. Dal dischetto si presenta Filippi che segna. 3-2 il punteggio che non cambia più, perché le pantere giocano bene gli ultimi minuti e controllano davvero con autorevolezza il finale.

Due buone partite nel complesso delle genovesi che ora si lanciano verso le ultime due giornate di campionato divise da soli due punti, a favore dell’Amicizia Lagaccio. Il Molassana si fa insidioso, però e nel prossimo turno si prospettano due trasferte più che abbordabili per entrambe. Le pantere di Berlingheri vanno a Torino mentre le lagaccine ospitano l’Alessandria. Due partite di certo non proibitive, ma le due piemontesi hanno mostrato segnali di ripresa. Poi, nell’ultimo turno per entrambe sembra non possa esserci “trippa per gatti” visto che giocheranno con Cuneo e Castelfranco.