Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavoro, dalla Regione un fondo per accompagnare la nascita di nuove imprese

Genova. “Su mille nuove imprese incontrate in tre anni sono state 600 quelle alle quali abbiamo sconsigliato di proseguire l’attività, vuoi per mancanza di know how che del mercato di riferimento. Tra le 400 nuove aziende che abbiamo aiutato, invece, la percentuale di abbandono e’ scesa dal 40% al 18%”.

messo comunale

I dati presentati dal Segretario Generale della Camera di Commercio di Genova, Maurizio Caviglia spiegano molto bene le motivazioni che hanno spinto la Regione Liguria a varare un bando, da 3 milioni di euro per sostenere nuove startup attraverso l fornitura di servizi di tutoraggio e consulenza, fondamentali per permettere la crescita delle imprese.

“Noi abbiamo creduto nella possibilità ideativa dei liguri – ha sottolineato l’Assessore alla Formazione, Ilaria Cavo – e abbiamo messo tre milioni di euro per l’assistenza a queste nuove imprese. Il finanziamento del Fondo Sociale Europeo e’ aperto a tutti anche se, ovviamente, ci sarà un filtro, gestito da Filse attraverso il sistema delle Camere di Commercio per verificare quali progetti avrà senso portare avanti”.

Passato il primo screening i progetti avranno un incentivo di 4 mila euro per l’accompagnamento delle imprese sia nella nascita che nelle fasi successive. Tra i punti caratterizzanti del bando anche la retroattività a 48 mesi visto che, secondo gli studi, sono proprio i primi due anni quelli più critici per le nuove imprese.

A chi aderirà a questa seconda fase del bando, aperta anche alle imprese non superiori a due anni di attività, saranno messi a disposizione servizi di accompagnamento ma anche voucher per poter usufruire degli incubatori di impresa che Filse ha sul territorio.

A questo bando questo si affiancherà un ulteriore intervento, dell’assessorato al lavoro, per premiare le nuove imprese che assumeranno disoccupati, con bonus maggiori per l’imprenditoria femminile e per l’inserimento di persone diversamente abili.

“Crediamo che in Regione Liguria ci sia grande spazio per le startup – ha sottolineato l’assessore al Lavoro, Gianni Berrino – che fino a ora non sono state troppo considerate. Pensiamo ci siano molti ragazzi che si vogliono mettere alla prova con il mercato e questo può essere lo strumento per fare impresa e creare nuovo lavoro