Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Alcione Rapallo torna in Serie C foto

La splendida seconda parte di stagione dei gialloverdi si è conclusa con il successo sull'Imperia nella finale playoff

Più informazioni su

Rapallo. Alcione Rapallo, è fatta. La formazione allenata da Riccardo Gaiaschi ha vinto anche gara 2 della finale playoff e ha conquistato la promozione in Serie C. I gialloverdi hanno battuto l’Imperia Riviera dei Fiori per 66 a 49.

“Si è conclusa nel migliore dei modi una stagione iniziata in sordina – dicono i dirigenti dell’Alcione -. Forse ci è voluto un po’ di tempo per scrollarsi di dosso le scorie di un’incredibile ed inaspettata retrocessione. Un girone di andata giocato non al meglio delle possibilità della squadra, una posizione a metà classifica che non era ciò che tutti ci saremmo aspettati; ma i ragazzi erano uniti e compatti, tutti erano convinti che piano piano i valori di questo gruppo sarebbero emersi ed a partire dalla prima giornata di ritorno si è vista la squadra che tutti si aspettavano!“.

Sedici partite vinte e due perse, questo è il percorso dell’Alcione Basket nel girone di ritorno e nei playoff. “Un percorso esaltante – proseguono – durante il quale sono emersi i valori tecnici di questi ragazzi ma anche e soprattutto i valori morali di un gruppo fantastico, un gruppo sempre molto molto unito all’interno del quale tutti si sono aiutati a vicenda in campo come fuori. Un gruppo che ha dimostrato ancora una volta quanto nello sport sia importante pensare da squadra prima che da giocatore“.

Tutti hanno dato il loro contributo – sottolineano -. Chi ha giocato di più come chi ha avuto meno minuti sul parquet, chi si è sempre allenato anche senza essere convocato, il coach che ha diretto questo gruppo con ancora più passione dell’anno prima, il presidente ed i dirigenti che hanno accompagnato questi ragazzi in casa come in trasferta, gli sponsor che ci hanno creduto ed il pubblico che non ha mai fatto mancare il suo supporto fra le mura amiche come lontano da Rapallo”.

“Non è il momento delle classifiche, degli score, dei canestri realizzati, delle palle perse e dei rimbalzi – concludono – è solo il momento di dire grazie! Un grande, grandissimo grazie a tutti coloro che hanno partecipato a realizzare questa fantastica impresa“.