Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Sori dà spazio ai giovani e cede con onore al Trieste risultati

La società biancogranata si rassegna alla retrocessione e dimostra di guardare già al futuro

Sori. Paradossalmente, regna nell’ambiente del Sori un clima insolito: cicalìo, battute, serenità: la testa libera può giovare, a volte.

La testa libera è uella dei ragazzi biancogranata. Esordio assoluto della squadra Under 20, con alcuni esponenti nati nel 2000, guidata normalmente da Iarossi e sabato affidata a Temellini, al rientro dopo le due giornate di squalifica.

La viglia della giornata che a 76 minuti dal termine del campionato dovrebbe essere quella della retrocessione in Serie A2, è vissuta dal Sori come un segnale di cambiamento e continuità, ad un tempo.

Gli aspetti romantici e un po’ dilettantistici di questo sport sono rappresentati da alcune sfumature: l’orario di partenza, deciso in base ai permessi scolastici che i singoli atleti sono riusciti ad ottenere; il pullman si ferma a Sommacampagna per caricare Frodà che, abitando da quelle parti, viene “risparmiato” del viaggio fino a Sori per ripartire poi a ritroso alla volta del Triveneto.

Per molti è l’esordio; tranne per Barattini, Viacava, Bianchetti, Percoco e Benvenuto che hanno già avuto esperienze in A1 con il Sori e per Penco che ha già esordito nella massima serie con la Pro Recco.

Accoglienza amichevole nello splendido Centro federale dagli avversari giuliani. Grandi applausi di incoraggiamento e simpatia da parte del pubblico locale all’annuncio della formazione ospite.

Poco da dire dal punto di vista tecnico. Il Trieste inizia blandamante, niente pressing, non c’è il pathos della grande gara. Il Sori tiene per metà della prima frazione ed anzi spreca in controfuga la prima occasione da gol. Poi i giuliani passano tre volte con Mezzarobba e Giorgi ad uomini pari, quindi con Mezzarobba ad uomo in più per espulsione di Percoco.

Più equilibrato il secondo tempo. Spadoni segna il 4-0, forse il gol più bello: da posizione cinque, sulla linea dei due metri, a rimbalzo; poi c’è il primo gol del Sori con Ferrero su superiorità numerica. Nel pozzetto va Ferreccio, Ferrero finta fa perdere le gambe a Jurisic e lo fulmina. La squadra ospite cerca le soluzioni dal perimetro, spesso i sui tiri sono murati, non riesce ad entrare nella retroguardia del Trieste. Elez segna il 5 a 1 e si va all’intervallo lungo.

Il terzo tempo è il peggiore per il Sori, che incassa un altro 5-1. Segnano Elez, Popovic, Berlanga, Rocchi e Ferreccio, i due ultimi a uomo in più. Per i liguri arriva il secondo gol, ancora in superiorità, di Manzi, classe 1998, che con Ganidini, classe 1996, costituisce una delle due “chiocce” della squadra.

L’ultima frazione si apre con bel gol di Popovic che riceve su dorso e gira in rete da classico centroboa; ma è anche il tempo in cui il Sori chiude in vantaggio il parziale. Di potenza il gol di Viacava, poi segnano anche Gandini in superiorità e Manzi ad uomini pari. Subisce dunque tre gol il secondo portiere, Vannella, che Piccardo aveva mandato in vasca al posto di Jurisic alla fine del terzo quarto.

Finisce con il pubblico locale che ringrazia i triestini, all’ultima esibizione alla “Bianchi”, per il bel campionato e di quello ospite, comunque presente, che incoraggia i giovani soresi, i quali hanno ben rimpiazzato una prima squadra che ha combattuto tutto il campionato per evitare questo epilogo. Se son rose…

Il tabellino:
Pallanuoto Trieste – Rari Nantes Sori 12-5
(Parziali: 3-0, 2-1, 5-1, 2-3)
Pallanuoto Trieste: Jurisic, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio 1, Giorgi 1, Giacomini, Popovic 2, Rocchi 1, Elez 2, Berlanga Henriques 1, Spadoni 1, Mezzarobba 2, Vannella. All. Piccardo.
Rari Nantes Sori: Massaro, Ferrero, 1 Gandini 1, Barattini, Viacava 1, Bianchetti, Stagno, Percoco, Penco, Manzi 2, Frodà, Gualdi, Benvenuto. All. Temellini.
Arbitri: Severo e Petrobilli. Delegato Fin: Ingannamonte (Trieste).
Note. Nessuno uscito per tre falli. Superiorità numeriche: Trieste 3 su 7, Sori 3 su 8.