Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Blitz del Blocco Studentesco a Marassi: “No al contributo volontario”

Più informazioni su

Genova. Il Blocco Studentesco si scaglia ancora una volta contro il contributo volontario, questa volta all’Istituto Meucci, a Marassi. Un altro blitz per ribadire il no secco del movimento studentesco al contributo volontario nelle scuole. Fumogeni, maschere tricolori, uno striscione, dal testo “Non farti truffare, il contributo volontario non pagare”, e l’ormai famoso fulmine cerchiato su campo nero raffigurato nelle bandiere portate dai militanti.

“Siamo stati contattati da alcuni studenti della scuola che ci hanno chiesto delucidazioni sul contributo volontario. Abbiamo constatato che anche in quest’istituto i soldi del contributo vengono richiesti e ottenuti dalle famiglie in maniera truffaldina – commenta il responsabile del Blocco Studentesco genovese – perciò eccoci qui, a sostegno degli studenti dell’istituto, per dire no al contributo volontario”.

“Come già ribadito in più occasioni – prosegue – non è tassando le famiglie che può migliorare un sistema scolastico danneggiato dalle riforme promosse negli ultimi anni. L’istruzione deve essere gratuita, ovvero le spese relative all’istruzione devono gravare sullo Stato, non su famiglie che, di questi tempi, potrebbero avere anche gravi problemi economici. Il messaggio è chiaro. Non pagate il contributo volontario”.