Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Chiavari 14 milioni di euro per famiglie, anziani e minori: arriva anche “La spiaggia per tutti”

A Chiavari sono stati recentemente approvati il Bilancio di Previsione per il 2016 e quello Pluriennale 2016-2018, nei quali l’amministrazione ha impegnato importanti risorse per i servizi alla persona, con particolare attenzione alle situazioni di maggiore criticità.

Ecco i principali servizi per gli anziani: 1.345.000 euro per l’assistenza domiciliare: 74 famiglie con soggetti anziani assistiti a casa, 88 attivazioni di consegna pasti a domicilio (per un totale di 24.754 pasti nel 2015), 56 attivazioni di teleassistenza. 1.785.000 euro per l’inserimento in comunità: 31 anziani ricoverati in Residenze Protette e RSA di mantenimento di cui 20 presso la struttura “Q. e C. Castagnola” in convenzione con il Comune di Chiavari. 56.000 euro per l’aggregazione: 47 anziani che usufruiscono della “Carta blu” per la mobilità su tutte le linee del trasporto pubblico, 80 anziani che usufruiscono di itinerari turistico/culturali, 90 anziani assistiti che ricevono generi alimentari in occasione delle festività natalizie.

Per quanto riguarda le famiglie, sono stati stanziati 1.356.000 euro di contributi economici: 32 famiglie hanno usufruito del contributo a sostegno del reddito, 28 famiglie del contributo per spese alloggiative (affitto, amministrazione), 137 del contributo diretto per l’affitto nel 2015, 206 famiglie hanno ricevuto il contributo per il pagamento delle bollette dell’acqua e 219 famiglie il contributo per il pagamento della TARI; inoltre 313 famiglie hanno usufruito del bonus gas e 317 del bonus Enel.

Oltre un milione e 900 mila euro ogni anno vanno per la scuola e i servizi educativi: 90 posti all’asilo nido: tariffe agevolate per 23 famiglie; 56 posti alla scuola materna paritaria comunale: nessuna tariffa di iscrizione; 100 borse di studio per i libri di testo; 357 studenti serviti dal trasporto scolastico; 102 famiglie che usufruiscono del servizio mensa gratuito e 15 famiglie che usufruiscono di tariffa agevolata per il trasporto scolastico; 163.000 pasti erogati nel 2015, acquisto ausili didattici per 2 utenti disabili nel 2015.

Duecentodieci mila euro per favorire l’inclusione socio-lavorativa delle fasce deboli: 22 disabili, 12 soggetti psichiatrici o con problemi di dipendenza e 16 soggetti in stato di disagio sociale. 432.000 ogni anno per i disabili:
104 affidi educativi di cui 7 a scuola, 35 persone che fruiscono del servizio di trasporto, 16 inseriti nel Centro Estivo “Giochinsieme” per i mesi di giugno e luglio 2015, 4 persone coinvolte nel “Progetto Incontro” e nuova apertura di un tratto di arenile accessibile ai disabili adeguatamente attrezzato e gestito (Progetto “La spiaggia per tutti”).

Poi ci sono i minori in situazione di disagio, a cui vengono destinati 765 mila euro ogni anno:  27 affidi educativi e incontri protetti, 16 minori in affido familiare, 17 minori inseriti in comunità, 36 inseriti nello “Spazio educativo di gruppo” 31 frequentanti la Ludoteca, 40 inseriti nello “Spazio educativo estate”. Dedicato ai ragazzi è il Centro Giovani presso il Villaggio del Ragazzo Benedetto Acquarone con circa 9.600 accessi ed è attivo il servizio “Informagiovani” con 6.977 accessi nel 2015.

“Abbiamo approvato il bilancio in perfetto equilibrio nonostante i tagli dallo stato che hanno interessato la regione e quindi in cascata anche gli enti territoriali. Ciononostante siamo riusciti a garantire immutati gli stessi servizi senza aumenti tariffari ed anzi siamo riusciti ad incrementare il servizio con novità importanti come la spiaggia disabili che prevedrà un impegno del comune per coprire i costi di gestione affidandoli ad ANFAS e Villaggio del ragazzo, dichiara il sindaco Roberto Levaggi.

Infine, c’è il progetto innovativo “La spiaggia per tutti”.  A seguito della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità approvata nel 2007 la nuova parola d’ordine è diventata “inclusione” : includere vuol dire offrire l’opportunità di essere cittadini a tutti gli effetti. Si vuole pertanto agire concretamente sul territorio creando occasioni d’incontro, scambio, conoscenza, condivisione e dialogo al fine di promuovere condizioni di vita dignitose e un sistema di relazioni soddisfacenti nei riguardi di persone che presentano difficoltà nella propria autonomia personale e sociale.

L’Amministrazione Comunale realizzerà quest’estate una spiaggia libera accessibile ai disabili: il progetto si prefigge di dotare il tratto di arenile adiacente al Porto di Chiavari ed in prossimità della passeggiata a mare – l’unico senza lo “scalino” di accesso al mare – di tutte le attrezzature necessarie per rendere accessibile e godibile a tutti il mare, coniugando funzionalità ed estetica del litorale, senza marginalizzare l’utenza disabile rispetto a quella normodotata, in un’ottica di massima integrazione possibile tra le persone.

Così l’Assessore ai Servizi Sociali, Nicola Orecchia: “Il progetto prevede l’installazione stagionale di una pedana di circa mq. 62 con soprastanti strutture per circa mq. 18 di superficie occupata da volumi di servizio (reception, spogliatoio, servizio igienico). Dalla pedana centrale, dotata di opportuni ombreggianti, prevede la partenza di una passiera arrotolabile, di tipo accessibile, che si estende sino alla battigia, nonché di corsie di percorribilità su tutta la spiaggia libera. In alcune aree a lato della passerella organizza, inoltre, la sistemazione di un numero adeguato di piazzole di sosta accessibili con pavimentazione rimovibile analoga alla passatoia ed il posizionamento di ombrelloni inalterabili, come quelli in paglia sintetica, resistenti al vento. Infine, in corrispondenza dell’ingresso in acqua, dispone la sistemazione di un corrimano galleggiante, costituito da una corda, per facilitare l’ingresso e l’uscita dall’acqua di persone con difficoltà motorie e sensoriali. Si tratta di un servizio nuovo ed aggiuntivo rispetto ai servizi offerti che abbiamo garantito anche per quest’anno, nonostante i tagli, senza aumenti tariffari, fermi dal 2013. L’impegno, anche economico, del Comune di Chiavari per la realizzazione della “Spiaggia per tutti” non si limita alle sole strutture, ma riguarderà anche il finanziamento della gestione di tali attrezzature stagionali ed del servizio di accompagnamento alla balneazione delle persone disabili, in modo che gli utenti possano contare nell’assistenza specializzata e competente durante l’intera giornata”.

Tale gestione verrà affidata in via sperimentale e per la durata di un anno alla costituenda Associazione Temporanea di Scopo composta dal Villaggio del Ragazzo e dall’Anffas di Chiavari che hanno risposto ad una manifestazione di interesse con avviso pubblico.