Quantcast
Prima categoria girone c

Una Goliardica ingorda manda ko anche il Via dell’Acciaiorisultati

Bene anche Campese e Calvarese. Rallenta il PonteX e la Sampierdarenese ora ci crede. In coda successi importanti per Leivi e Vecchiaudace Campomorone

Varie Sport 2015-2016

La Prima Categoria, girone C ha già il suo campione, la GoliardicaPolis, che ha conquistato il pass per la Promozione con ampio anticipo, ma non per questo ha intenzione di fermarsi. Infatti non lo ha fatto cogliendo la ventesima vittoria su venticinque partite. Un vero e importante record.

Contro il Via dell’Acciaio non è bastata la voglia di secondo posto degli azulgrana che sebbene siano passati in vantaggio con Minnelli dopo soli 11’ con gran tiro dal limite che coglie l’incrocio dei pali. La Goliardica, forte anche della consapevolezza di non rischiare più nulla non si innervosisce e al 28°Mennuti colpisce di testa da pochi passi e batte il portiere ospite. La partita è piacevole e nel secondo tempo le due squadre si confrontano a viso aperto, finché all’86°Converti piazza la sua quindicesima rete con un bel tiro poco dentro l’area.

La capolista incrementa quindi il suo bottino di punti e sale ancora, mentre il Via dell’Acciaio rimane terzo, a sei punti dalla Campese, avversaria più temibile per i playoff.

Rallenta il PonteX  che con il Prato 2013 non va oltre l’1-1 soprattutto per merito della caparbietà dei rossoneri. La partita la fa infatti la formazione di casa che passa con Stradi al 34°e controlla bene per almeno trequarti di match. Proprio quando i tre punti sembrano in tasca, Cavallaro trova la via giusta per il gol con una bellissima punizione al 94°in pieno recupero.

Blinda il secondo posto la Campese, che in un bel testa – coda supera 2-1 il Mura Angeli, ancora una volta da applaudire per la sua voglia di giocare fino all’ultima giornata. Anzi a Campo Ligure la partita per almeno venti minuti la fanno proprio gli ospiti che collezionano calci d’angolo. Al 30°Botticelli in uscita atterra un avversario, calcio di rigore che, però lo stesso portiere del Mura è abile a parare a Criscuolo.

Al 35°Di Via sfiora il vantaggio con un gran tiro. Il finale di tempo è, però di marca Campese con una doppia super occasione prima di Pastorino e poi Criscuolo, ma ancora Botticelli grande protagonista. C’è ancora tempo per una girata di Cepollina che chiama Siri alla grande risposta. Il risultato cambia poco prima del duplice fischio con Bottero che finalmente supera Botticelli sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Nella ripresa pronti via e il Mura pareggia grazie a un calcio di rigore di Cepollina. La replica è affidata a Pastorino che da ottima posizione sbaglia un gol già fatto. Poco male, perché passano due minuti e la Campese va in vantaggio grazie a un contropiede chirurgico finalizzato da Criscuolo. Al 65°ci riprova Cepollina, ma su punizione trova una grande risposta di Siri che blinda il risultato.

Secondo posto quasi sicuro per la Campese, a tre giornate dal termine con sei punti dalla seconda in classifica, i verdirossoblù possono arrivare preparati ai playoff.

La Calvarese conserva il quarto posto con il minimo sforzo contro un San Gottardo in affanno che perde terreno rispetto alle contendenti per rimanere fuori dalla zona playout. A Calvari i padroni di casa partono bene, tenendo il campo e prendendo in mano il pallino del gioco. Al 14°si aprono le danze fra Bertucci e Tovani, con il numero 8 che scalda le mani al portiere ospite con una volèe dai venti metri. Al 29°Tovani è battuto sulla punizione del centrocampista, ma la palla passa a pochi centimetri dal palo. Al 42°ancora Bertucci scatenato, ruba palla sulla trequarti e calcia piazzando la sfera, ma Tovani è miracoloso e para.

Poco dopo il mister del San Gottardo Notaro viene espulso per proteste. Si va alla ripresa e il San Gottardo sembra poter giocarsela di più e sfiora il gol con Nanni che devia di testa su calcio piazzato chiamando Paci alla prima parata. Il gol arriva all’82°grazie a Trabucco che duetta con Lagomarsino e supera Tovani. All’87°fa tutto Tovani che prima atterra Lagomarsino, poi para il rigore calciato dallo stesso attaccante avversario.

La Calvarese allunga sul PonteX che rimane a tre punti, mentre per il San Gottardo le prossime partite saranno decisive.

Grande partita della Sampierdarenese che batte 4-1 il Bogliasco nello spareggio per provare ad agganciare i playoff. L’inizio della partita non è granché con il gioco che non si sblocca. Bisogna arrivare al 20°perché un calcio di rigore, a favore dei biancorossi rompa l’equilibrio. Cimieri dal dischetto non sbaglia e fa 0-1.

Al 31°la Sampierdarenese pareggia che corona una bella azione dei locali che conduce Pizzorno al gol. Dopo dieci minuti la squadra di Satta ribalta il risultato con Spinetti che supera Burlando e fa 2-1. Nel secondo tempo Gallo mette in sicurezza il punteggio al 59°. Nel finale Pizzorno sigla anche la quarta rete che chiude i conti. La Sampierdarenese ora spera, con il quinto posto a tre punti di distanza, mentre il Bogliasco ha un cammino più complicato.

Vince il Leivi che si aggiudica lo spareggio contro il San Bernardino Solferino e si risolleva dalla zona pericolosa. La gara parte forte, con occasioni da una parte e dall’altra. Prima Provenzano spreca davanti alla porta di Rosciglioni, poi Asimi sfiora il palo con un colpo di testa. Al 20°ancora Leivi ci prova con Miele che calcia di potenza, ma trova la pronta risposta di Ferrari. Poco dopo Rosciglioni è miracoloso togliendo il pallone dall’incrocio dei pali.

Si va alla ripresa con il San Bernardino che parte alla grande e al 50°va in vantaggio con Provenzano che pesca il secondo palo, dove non può arrivare Rosciglioni stavolta. Il Leivi risponde subito e il vantaggio ospite dura appena quattro minuti. Asimi lancia Miele che insacca in uno contro uno. La partita si decide nel finale quando Nigro trova la via giusta e piazza il 2-1 che consente al Leivi di salire a 31 punti. Fermo a 27 e in piena zona playout il San Bernardino che deve cercare di vincerle tutte.

Anche la Vecchiaudace Campomorone vince e si toglie dai pasticci, almeno per ora, vincendo a domicilio con il San Siro Struppa che viene agganciato in classifica. Grande protagonista è Grazzi che chiama subito Gadaleta alla parata con un bel colpo di testa dopo soli 3 minuti.

Al 21°ancora Grazzi si vede annullare un gol per fuorigioco. Primo sussulto di Moda al 30°che ci prova dalla distanza, ma non inquadra la porta. Al 34°finalmente Grazzi trova il gol con una conclusione che giunge dopo una mischia in area di rigore. Prova la reazione il San Siro che al 39°con Soracase sfiora la traversa.

Nella ripresa la Vecchiaudace raddoppia con Draghici, ben servito da D’Errico. Il San Siro non riesce a trovare il varco per riaprire la partita, l’ultimo sussulto arriva con Gagliardi che sfiora la rete all’85°, ma Cremonesi è provvidenziale e salva sulla linea.