Sospeso il boicottaggio

Subito esauriti i formaggi con il latte genovese venduti da Don Valentino fotogallery

Vendita formaggi

Genova. Si sono esauriti subito i formaggi e gli yogurt delle aziende casearie delle valli genovesi che sono state messe in vendita davanti alla parrocchia di Sturla, a Genova, su iniziativa di Don Valentino Porcile che, con questo gesto ha scelto di dare solidarietà ai produttori i quali non è stato confermato il contratto con Parmalat.

Una scelta che aveva fatto discutere, perché unità alla richiesta, da parte del parroco, di boicottare i prodotti della multinazionale. A lui, infatti,,avevano risposto i lavoratori dell’azienda, con una lettera aperta in cui si parlava di un centinaio di lavoratori a rischio. Proprio per questo motivo il , boicottaggio e’ stato sospeso, come spiegato con un post su Facebook.

“Ritiro il mio invito a boicottare la Parmalat – scrive don Valentino – Questa mia affermazione sta danneggiando i lavoratori che rischiano di rimanere senza lavoro. E questo non voglio che accada. Il mio compito è aiutare le persone, non creare problemi. Ogni lavoratore, che sia coltivatore diretto, lavoratore di Parmalat o dipendente esterno – conclude – ha diritto di essere sostenuto nel suo sacrosanto diritto a lavorare

leggi anche
Un successo il latte genovese venduto in piazza De Ferrari: 400 litri in un'ora e mezza
L'iniziativa
“Io bevo latte delle valli genovesi”: nasce il gruppo d’acquisto per salvare il nostro latte
Latteria frapp? savona piazza chabrol aonzo
Opportunità
Latte valli genovesi, spuntano nuovi compratori
distributore latte
Da sabato
Serra Riccò, arriva un distributore di latte a km 0
magliette amatrice
Oggi in vendita
Sturla, i disegni di Amatrice diventano magliette. Don Valentino: “Il ricavato per le scuole”