Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie C, Lavagnese e Ligorna chiudono con un pareggio risultati

Lavagna. Con la trasferta di Lavagna si chiude il campionato vincente del Ligorna; le ragazze di Mara Morin scendono al “Riboli” ben consce che la passerella finale non sarà certo agevole ma, seppur in condizioni non ottimali, decise a dare battaglia come il ruolo di capolista impone.

La Lavagnese, da tempo certa del quarto posto, metà classifica, squadra compatta e quadrata che nel corso della stagione ha forse ottenuto meno rispetto al gioco espresso, vuole chiudere in bellezza con un risultato di prestigio.

La formazione locale parte forte e già dopo un minuto e mezzo si porta in vantaggio; un lancio filtrante obbliga Denevi ad un’uscita a valanga ai limiti dell’area su Giuffra, l’intervento potrebbe essere falloso ma fa schizzare la palla sui piedi di Spaccamonti che non ha difficoltà ad insaccare nella porta sguarnita. Ad uscire da questo scontro con i danni maggiori è proprio il portiere genovese che subisce una dura botta fortuita, prova a riprendere posto tra i pali ma è costretta, dopo una decina di minuti, ad alzare bandiera bianca avvicendata da Cenname.

Il Ligorna accusa il doppio colpo negativo, impiega infatti diversi minuti per riorganizzare le fila non senza prima correre un ulteriore brivido, al 17°, quando Gardel spizzicando di testa una punizione laterale, spedisce la sfera fuori a fil di palo. Pian piano la capolista rientra in partita. Al 22° episodio con qualche dubbio in area Lavagnese ma che produce solo un corner; al 36° una bella conclusione di Battistutta impegna Picciau ma un minuto dopo sono ancora le bianconere di casa ad avere l’opportunità del raddoppio quando Giuffra si libera abilmente tra due difensori e sembra destinata a battere a colpo sicuro ma una strepitosa Cenname, con tempestiva uscita all’ultimo secondo, è determinante nell’allungare la traiettoria della palla quel tanto che basta per toglierle la possibilità del tiro. Il tempo si chiude con una bella girata al volo da angolo di Brero che tuttavia finisce tra le braccia sicure del portiere.

Nel secondo tempo mister Morin vuole riprendere il risultato ed opera alcuni avvicendamenti e variazioni allo schieramento che le permettono di propone una formazione maggiormente offensiva. Al 18° una lanciata Cafferata viene affrontata ed atterrata dal portiere appena dentro l’area ma anche in questa occasione l’arbitro sorvola; tre minuti dopo la stessa nazionale Under 16 si invola dalla destra e dal limite lascia partire una bordata che gonfia la rete alle spalle di Picciau.

Il pari raggiunto sembra un risultato gradito per le genovesi, mentre la Lavagnese cerca con più insistenza di riportarsi davanti e la partita offre così ancora diversi spunti piacevoli. Pascotto prova in due occasioni a colpire, da angolo e da un bel suggerimento di Spaccamonti ma Cenname è sempre sicura e pronta. Solo negli ultimi minuti cala, logicamente, il ritmo della gara.

L’ultimo attacco della formazione di mister Roberto Morbioni vede Audano chiusa con tempismo da Mazzocchi; quello del Ligorna vede ancora Cafferata colpire da buona posizione ma alzare troppo la mira.

La Lavagnese è scesa in campo con Picciau, Rollero, Lagomarsino, Balbi, Gardel, Oliva, E. Rocca, Barbieri, Giuffra, Pascotto, Spaccamonti; a disposizione Rizzo, Casazza, Audano, Cimarosa, Buzi, Malosetti.

Il Ligorna ha giocato con Denevi (p.t. 16° Cenname), Olmetti, Cafferata, Bettalli (s.t. 26° Simosis), Battistutta, Casciani (s.t. 1° Di Blasi), Brero (s.t. 16° Mazzocchi), Mazzantini, Fracas (s.t. 5° Profumo), Fallico, Calcagno; a disposizione Bottin.