Quantcast
Rugby

Serie A, Cus Genova: sesta vittoria consecutiva, la salvezza è quasi realtàrisultati

Gli universitari espugnano il campo dell'ASR Milano e prendono il largo in vetta alla classifica

Prato Sesto,Cus Genova

Genova. Ancora un’ottima prova del Cus Genova che, nell’anticipo della seconda giornata di ritorno della poule Retrocessione, ha vinto a Segrate per 13 a 17 centrando il sesto successo consecutivo, confermando il primo posto in classifica e archiviando, in pratica, il discorso salvezza.

Anche a Milano, come ormai d’abitudine di questi tempi, nonostante il risultato possa far pensare il contrario, la partita non è mai stata in discussione. Merito anche di un’ottima fase difensiva e di un pacchetto di mischia molto ben organizzato dei genovesi. Al termine, Willem Heymans, sudafricano del Cus Genova, è stato nominato man of the match.

Con questo successo, quarto su quattro incontri del Cus Genova con Milano in questa stagione, si complica, invece, notevolmente la classifica dei rivali di giornata, anche se la squadra lombarda è probabilmente più forte di quanto non dica la classifica attuale e darà molto filo da torcere ai suoi prossimi avversari.

Domenica 10 aprile il Cus Genova ritornerà al “Carlini” per affrontare il Prato Sesto. Un’altra bella sfida da vincere per continuare questo bellissimo momento anche davanti ai tifosi biancorossi.

Il tabellino:
ASR Milano – Cus Genova 13-17 (p.t. 6-10) (punti 1-4)
ASR Milano: Gorietti, Allano (s.t. 29° Rinaldo), Lamaro, Dragoni, Pegoraro (s.t. 6° Conti), Fedeli, Allaria, Stead, Cipolla (s.t. 7° Del Carro), Bianchini, Gorini (s.t. 12° Spangaro), Serini, Griffiths (s.t. 22° Lombardi), Motta (s.t. 30° Greco), Vitrani. All. Grangetto – Chon.
Cus Genova: Cipriani (s.t. 20° Invernizzi), Salerno, Barani, Heymans, Ciranni (p.t. 37° Papini), Borzone, Garaventa, Bertirotti, F. Imperiale, Maccàri (s.t. 7° Barry Fassouma), P. Imperiale, Dell’Anno (p.t. 28° Guggiari), D’Amico (s.t. 15° De Gregori), Perini (p.t. 28° Torchia), Cattaneo (s.t. 15° Espasa). All. Bordon – Bernardini.
Arbitro: Chirnoaga (Roma).
Marcature: p.t. 5° cp Fedeli (3-0), 15° meta tecnica tr Borzone (3-7), 25° cp Borzone (3-10), 27° cp Fedeli (6-10); s.t. 27° meta Heymans tr Borzone (6-17), 36° meta Delcarro tr Gorietti (13-17).
Cartellini gialli: p.t. 35° P. Imperiale (G).