Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sciopero e corteo per la Nidec Asi. La Fiom: “Trasferimento lavoratori primo passo per chiusura sito genovese”

Genova. Sciopero e corteo domani mattina dalla sede di corso Perrone verso Cornigliano per i lavoratori della Nidec Asi (ex Ansaldo Asi), azienda giapponese che produce motori elettrici e ha in Italia oltre allo stabilimento di Genova, fabbriche a Vicenza e a Monfalcone. L’azienda, che al momento usufruisce dei contratti di solidarietà, ha imposto il trasferimento di 55 lavoratori (di cui 30 di Genova) nello stabilimento di Monfalcone.

“E’ un modo per mascherare la volontà di tagliare il personale – denuncia il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro – visto che da un giorno all’altro è praticamente impossibile accettare un trasferimento con famiglie al seguito. Inoltre secondo noi questo è il primo passo per la chiusura del sito genovese, con la perdita di altri 130 posti di lavoro”. La Fiom insieme alla rsu aziendale pensa che la strada giusta da percorrere sia quella di continuare ad utilizzare il contratto di solidarietà’, per salvaguardare lo storico stabilimento genovese (ex Ansaldo Asi) ed avere il tempo di riqualificare il personale invece di utilizzare consulenti esterni.

Domani quindi 4 ore ore di sciopero con concentramento alle ore 8.30 davanti alla portineria dello stabilimento e corteo nelle vie cittadine.