Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pro Recco a grandi passi verso il periodo clou della stagione risultati fotogallery

I biancocelesti hanno la meglio sulla Rari Nantes Savona per 16 a 5

Sori. Termina 16-5 in favore della Pro Recco la partita valevole per la 22ª giornata di campionato che ha visto i biancocelesti opporsi alla Rari Nantes Savona guidata da Alberto Angelini, ex recchelino.

Un minuto di raccoglimento per il papà di Giacomo Pastorino, mancato nei giorni scorsi, e poi si può cominciare; tutti vicini a Jack e alla sua famiglia che, comprensibilmente, oggi non era neanche in tribuna. Al suo posto Fabio viola a fare da secondo a Stefano Tempesti.

Primo parziale di dominio recchelino; con un 4 a 2 la squadra locale riesce ad assicurarsi il primo tempo senza troppi patemi d’animo. Alesiani prima e Cesini poi rispondono rispettivamente a Di Fulvio e Mandic, ma sul finire della frazione le reti di Figlioli e Mandic rompono l’equilibrio.

Il Savona tuttavia non molla e prova a restare in scia prima con un gol di Sadovyy, poi con Antona che si distende più volte sui tiri delle bocche da fuoco biancocelesti. L’estremo difensore biancorosso, però, nulla può contro i tiri di Ivovic e Sukno, inframezzati da un’azione in solitaria di Aicardi cha va a rete in controfuga, che portano la Pro Recco sul +4.

Si va al riposo lungo sul risultato di 7-3, che cambia ad inizio di ripresa, quando Mandic e Giorgetti vanno a bersaglio, per il 9-3. Ci pensa Fondelli a fare cifra tonda, dopo il quarto biancorosso che porta la firma di Milakovic grazie a una superiorità numerica.

Poi colpiscono Bodegas dal centro Di Fulvio di rapina e Sukno in superiorità. Il terzo tempo è quello che archivia dunque la pratica: con un sonoro 6-1 la gara si incanala sui binari biancocelesti.

Nell’ultima frazione c’è spazio per i secondi portieri: Pomilio manda in campo Viola e Angelini fa lo stesso con Zerilli. Il quarto tempo va via con lo scorrere dei minuti decisamente più veloce rispetto ai precedenti tre. Il Savona all’angolo prova a difendere e la Pro Recco porta le azioni in attacco. I locali segnano con Sukno dal perimetro e Ivovic a uomo in più; Pesenti accorcia da posizione defilata; Ivovic trasforma un rigore fissando il punteggio sul 16  a 5.

“Adesso inizia il periodo difficile e più importante della stagione – dice Niccolò Gitto -, stiamo giocando tante partite ravvicinate e adesso è fondamentale mantenere la testa e i nervi saldi. Sabato si va a Roma e poi Belgrado in Champions League, è necessario continuare a fare bene e lavorare sodo proprio come sta facendo”.

Il tabellino:
Pro Recco Waterpolo 1913 – Carisa Rari Nantes Savona 16-5
(Parziali: 4-2, 3-1, 6-1, 3-1)
Pro Recco Waterpolo 1913: Tempesti, Di Fulvio 2, Mandic 3, Figlioli 1, Giorgetti 1, Sukno 3, Giacoppo, Aicardi 1, Fondelli 1, Bodegas 1, Ivovic 3, Gitto, Viola. All. Pomilio.
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, Alesiani 1, Pesenti 1, Colombo, L. Bianco, Cesini 1, Mistrangelo, Milakovic 1, G. Bianco, Giunta, Piombo, Sadovyy 1, Zerilli. All. Angelini.
Arbitri: Fusco e Alfi. Delegato Fin: Carannante.
Note. Usciti per limite di falli: Sadovyy e L. Bianco nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Pro Recco 7 su 13 più 1 rigore segnato, Savona 2 su 11.