Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piaggio, i parlamentari liguri: “Il Governo ci crede, ora tocca all’azienda”

Liguria. “Il Governo su questo tema c’è, e c’è fino in fondo: abbiamo dato resoconto oggi dell’ulteriore finanziamento di 5,5 mln che si aggiungono ai 9,2 del mese di marzo”. Lo annuncia il parlamentare ingauno Franco Vazio al termine dell’incontro di questa mattina nella sala consiliare del Comune di Villanova d’Albenga sulla vertenza Piaggio.

“Grande preoccupazione ma anche determinazione – rincara Mario Tullo – Da parte del Governo non è mancato il sostegno a questa importante realtà. La proprietà deve fare la sua parte; noi faremo la nostra perché se il Governo deve fare di più gli chiederemo di fare di più, ma l’azienda non può sfuggire agli accordi che nel 2014 ha fatto col territorio e i lavoratori“.

“Naturalmente questo è un’insediamento molto importante – è il commento della savonese Anna Giacobbe – non solo per la quantità di lavoro ma per la sua qualità. E’ un’azienda che ha un valore nazionale, e per questo noi pensiamo che il Governo, dopo aver già fatto passi importanti, debba esercitare tutta la propria forza perché qui rimanga un’azienda nella propria integrità e con i suoi stabilimenti liguri”.

“Incominciamo a vedere che con i nostri sforzi riusciamo a coagulare l’azione delle istituzioni politiche – dice il segretario provinciale della Cgil Giulia Stella – Sarà ancora un lungo cammino per tutti. Si tratta di una vicenda che riguarda tutta la comunità ligure, ma Piaggio è un’azienda strategica nel panorama italiano e quindi deve essere anche un interesse della presidenza del consiglio e del parlamento. Non per nulla la questione verrà portata a Roma grazie al ‘question time’ in programma il 20 aprile. In quella sede si parlerà di Piaggio, di investimenti, della necessità di portare avanti l’accordo siglato due anni fa, del fatto che l’azienda possa restare attiva e della necessità che il governo coinvolga l’azienda”.

Ora lo sguardo dei palrmanetari è rivolto al “question time” di mercoledì prossimo nella Commissione Attività Produttive. “Speriamo di poter avere già delle risposte – auspica Lorenzo Basso – soprattutto sul ruolo di Finmeccanica e gli impegni del Governo che sta investendo molto in Piaggio, lo ha dimostrato con gli ultimi finanziamenti. E’ un progetto strategico per il Paese, e servono garanzie che quel progetto venga sviluppato nella nostra regione e abbia una continuità soprattutto nel tempo, perché in questo momento la cosa più importante è riuscire ad utilizzare la grande professionalità che a Genova e Savona ha fatto grande la Piaggio in questi anni”.

A fugare i dubbi sul coinvolgimento di Finmeccanica è Vazio: “Non c’è assolutamente preoccupazione, anzi il problema è non vedere Finmeccanica come non deve essere. E’ un’azienda pubblica, ma è comunque una società che mette i soldi se c’è una prospettiva… le aspettative sul drone sono alte, però dobbiamo sapere che ci vogliono privato e proprietà. Questo investimento è importante, e ritenuto fondamentale da parte del Governo altrimenti non sarebbe venuto il Presidente del Consiglio ad inaugurarlo. Sono moderatamente ottimista ben sapendo che la partita è a un livello internazionale, e pur mantenendo la tensione naturale e giusta dobbiamo essere ottimisti rispetto alla risoluzione di questi problemi”.