Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Oregina anticipa il 25 aprile intitolando i suoi nuovi giardini a Carlo Garavelli, antifascista

Più informazioni su

Genova. Il quartiere di Oregina ha festeggiato i, 25 aprile con qualche giorno di anticipo intitolando i nuovi giardini di Via Balestrazzi a Carlo Garavelli, antifascista e umanista.

Garavelli era uno dei “ragazzi del 99”, quelli che avevano conosciuto la trincea giovanissimi, durante la prima guerra mondiale e, forse proprio per questo aveva scelto di prendere parte attiva a quella resistenza di città, fatta di squadre di azione partigiane, che contribuì alla liberazione di Genova.

Portuali o lavoratori del ramo industriale, proprio come lui che, durante la loro giornata di lavoro avevano iniziato un’operazione importantissima per la città, quella di sminare il Porto di Genova e rendere innocua l’operazione dei nazisti che avevano deciso di fare terra bruciata prima di ritirarsi.

Poi l’attività sindacale, quella politica, ma anche l’impegno nel proprio quartiere, nel mondo dell’associazionismo sempre con la volontà di unire. Fu proprio Garavelli a dare vita al consiglio di quartiere di Oregina, il primo della città, uno dei primi d’Italia, fatto con la volontà di includere, come è stato ricordato nel corso dell’orazione, tutte le fazioni politiche, dai comunisti, ai socialisti, sino ai repubblicani.