Quantcast
Il fotoreportage

Lungomare Canepa: tra degrado e povertà, vita quotidiana nell’accampamento abusivo fotogallery

Carrozzine utilizzate per raccogliere oggetti dalla spazzatura che vengono smontati e rivenduti

Zingari  frugano nella spazzatura e rivendono la merce ; girando con carrozzelle

Genova. Lenzuola e teli in plastica per riparare da sguardi indiscreti ma anche dalle intemperie; carrozzine che, più che per trasportare bambini, servono per raccogliere oggetti dalla spazzatura che vengono portati al campo, smontati e e poi rivenduti a pezzi.

Con il ricavato si compra il cibo e si cucina sul piazzale, a un metro dalle macchine che si immettono veloci nella rotonda di lungomare Canepa. Sono scene di ordinario degrado e di un’altrettanto ordinaria povertà quelle che sono state inviate alla redazione di Genova24 e che riguardano l’accampamento abusivo che si trova in fondo a lungomare Canepa, dove un tempo sorgeva il distributore Esso.

Quel manufatto dovrebbe essere abbattuto non appena, tra un paio di mesi, cominceranno i lavori per l’allargamento a sei corsie di lungomare Canepa, ma se contestualmente non verrà individuata una soluzione si tratterà soltanto dell’ennesimo “trasferimento” di una situazione inaccettabile.

leggi anche
sgombero rom lungomare canepa
Dopo due anni
Sampierdarena, sgomberato l’accampamento abusivo di Lungomare Canepa