Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lotta ai “portoghesi”: 600 mila euro per stanare gli evasori sui bus

Ecco le linee nel mirino della task force anti evasione

Più informazioni su

Tempi duri per i portoghesi. E’ stato approvato oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino, il progetto sperimentale, con stanziamento di 600 mila euro, per la lotta all’evasione tariffaria sui bus di Genova e dell’area metropolitana. “E’ previsto il coinvolgimento di 15 lavoratori dell’Atp – ha spiegato l’assessore Berrino – che vengono impiegati per la lotta all’evasione tariffaria, una voce che pesa negativamente sui bilanci delle nostre aziende di trasporto”.

Il progetto per il 2016 è finalizzato all’implementazione dei controlli su alcune linee rosse, a rischio portoghesi. “Il recupero di risorse previsto in questa fase sperimentale è di circa 100 mila euro – ha aggiunto Berrino – per verificare l’efficacia del progetto Atp di fornirà report puntuali e periodici sul numero dei passeggeri controllati, delle sanzioni effettuate e le multe realmente pagate”.

Per Amt finiranno nel mirino dei nuovi controllori le tratte: Sestri Ponente-Voltri, piazza Brin-Bolzaneto, Sampierdarena-Pontex, piazza della Vittoria-Prato, piazza della Vittoria-Sant’Ilario. Per Atp le tratte interessate rientrano nelle zone: Ponente, Valle Stura, Valpolcevera, Val Verde, Valle Scrivia, Val Bisagno, Val Trebbia, Levante, Golfo Paradiso e Tugullio occidentale, Tigullio centrale, valli del Tigullio, Val Petronio.