Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ligorna: punto d’oro a Chieri. Il Sestri Levante torna a vincere risultati

Brutta sconfitta del RapalloBogliasco in casa, che saluta i playoff. Lavagnese pari giusto con la Fezzanese

36^ giornata di campionato in archivio in Serie D. Una giornata che ha visto il solo Sestri Levante vincente. La squadra di Raimondi ha vinto in rimonta la sfida tutta rossoblù contro il Vado. Una partita che ha rivisto in campo una squadra finalmente gagliarda che ha lottato e sudato contro i vadesi in cerca di punti per garantirsi la permanenza diretta in categoria.

Meglio gli ospiti nel primo tempo comunque che passano con una rete di Aurelio al 17°, la cui punizione è impeccabile e mette il Vado avanti. La partita scorre con i corsari che tengono più palla creano molto, ma non trovano la via del gol. Ci vuole un rigore trasformato da Boisfer per cambiare le cose. E accade tutto in tre minuti. Prima il capitano corsaro realizza dagli 11 metri, poi Bondi al 40° completa l’opera e regala tre punti ai rossoblù di casa che non vincevano dal 2 marzo scorso.

La vittoria odierna del Sestri Levante è un regalo enorme per il Ligorna, che riesce a strappare un punto alla corazzata Chieri in trasferta. Grande impresa visti i nomi in campo per la squadra di Pandiscia che ottiene un 1-1 che autorizza i biancoblù a sperare nella salvezza diretta.

Con i piemontesi la partita del Ligorna è necessariamente votata a conservare il punto di partenza, più che cercarne tre. Così accade che siano i torinesi a fare il match, anche se la prima occasione arriva solo al 28° con Simone che devia in porta, ma Dondero chiude lo specchio. Nel finale di tempo D’Antoni chiama ancora il portiere genovese alla parata, non difficile bloccare a terra la sfera.

Nella ripresa ancora i padroni di casa a fare la partita e il Ligorna a difendersi come può. Al 50° arriva il vantaggio che sblocca il match, firmato proprio da D’Antoni bravo a farsi trovare pronto e insaccare sottoporta. La risposta è affidata a Ghiglia con un tiro – cross, ma sono i padroni di casa a sfiorare il raddoppio con Fortunato che colpisce in pieno la traversa. Poco dopo è Simone che fa la barba al palo con un tiro dal limite. Il Ligorna non demorde e viene premiato al 31° quando Romei ribadisce in porta un’ottimo lavoro di sponda di Valenti.

Un uno a uno che consente al Ligorna di rimanere a soli due punti dalla Pro Settimo, che ha vinto facile su una poco combattiva (e stanca per gli impegni di Coppa) Oltrepovoghera.

Tira il fiato il RapalloBogliasco, che gioca una bruttissima partita e viene sconfitto da un Derthona spensierato e determinato fra le mura amiche. Solo il Pinerolo era riuscito nell’impresa di espugnare il “Macera”. Veramente troppo brutto e “scollegato” il RapalloBogliasco che subisce due reti fra il 7° e il 10° da Rubin e Draghetti e deve giocare una partita in salita.

I bianconeri entrano in campo con il piede sbagliato e i piemontesi ne approfittano. La partita è brutta, i padroni di casa sono troppo nervosi e non riescono a giocare come sanno. Si registrano pochissime vere occasioni. I ruentini ci provano soprattutto nella ripresa quando colpiscono ben tre legni, due nella stessa azione, prima con Benga di testa e poi con Barwuah sotto porta.

In seguito è Russo che disorienta la difesa avversaria, cerca l’incrocio lontano e colpisce il legno. Il Derthona è poca cosa, effettivamente, ma gioca senza pensieri e i ruentini si innervosiscono, finendo in dieci uomini, per una reazione insensata di Toledo, che finisce qui la stagione. Il gol che riaccende, di poco le speranze lo firma Barwuah, servito al centro da Vagge. Compromessa definitivamente, con ogni probabilità la corsa playoff, distanti ormai 5 punti e solo un miracolo consentirebbe alla squadra di Coppola di accedervi. Resta per i ruentini comunque un girone di ritorno impressionante. Peccato per l’inizio di stagione da dimenticare.

Non è ancora tranquilla la Lavagnese che impatta 0-0 con la Fezzanese in cerca di punti salvezza e rimane a + 3 sul Chieri. A Sarzana termina 0-0, con i locali che chiudono ogni spazio ai bianconeri. Al 3° Lorieri chiama subito Parma all’intervento, e al 12°colpisce la traversa girando in porta di prima intenzione. La Lavagnese fa il gioco, ma fatica a creare per colpa di un pressing asfissiante dei biancoverdi.

Nella ripresa si rende pericoloso Currarino con un destro che finisce fuori di poco. Al 49° poi ancora Currarino chiama Otranto Godano alla respinta. Vive il momento migliore la Lavagnese che sfiora la rete ancora con l’attaccante maglia numero 7 in evidenza al 56°. La Fezzanese si accontenta del pari e si ritira, infatti nel finale rischia di subire gol con Brega che calcia alto e Croci che al 94° si mangia letteralmente il gol partita.

Per l’undici lavagnese ancora una partita per assicurarsi il terzo posto in campionato, e affrontare i playoff con un piglio positivo.

Nel prossimo turno i bianconeri ospitano l’Argentina che deve fare punti per mantenere la zona playoff, mentre il Ligorna si gioca tutto contro l’Acqui che deve assolutamente vincere. Il Sestri Levante andrà a fare visita a un retrocesso Castellazzo che comunque vorrà salutare il pubblico amico con un risultato positivo. Trasferta difficile anche per il RapalloBogliasco contro la Fezzanese.